Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

San Sepolcro, Cugini: «Serve un presidio sociale come risposta al degrado»

Il candidato di Alternativa per Piacenza Stefano Cugini, insieme alla coalizione, si è recato sul sagrato della chiesa di San Sepolcro

«Sono stati alcuni residenti a chiamarci qui per incresciosi episodi di degrado e violenza verbale nei confronti di giovani donne». Il candidato di Alternativa per Piacenza Stefano Cugini, insieme alla coalizione, si è recato sul sagrato della chiesa di San Sepolcro teatro, ormai da settimane, di vandalismi e atti di violenza. «Arrivare al termine di un mandato impostato totalmente sulla sicurezza e sentirsi chiamare dai residenti per questioni di degrado, paura di uscire dopo le 8 di sera o di rincasare per incontri poco raccomandabili, è quantomeno preoccupante. Questo rinforza la nostra convinzione – prosegue Cugini – che la sicurezza non la fanno solo le forze dell'ordine ma i presidi dei quartieri». «I residenti ci hanno chiesto come si fa a ottenere permessi per fare feste o tavolate su questo piazzale, che è il sagrato di una chiesa, luogo che meriterebbe un certo rispetto e non si immagina come punto di ritrovo di sbandati e spacciatori. Questa è diventata una zona franca dove la legalità fatica ad arrivare. Noi siamo qui per ascoltare ma anche per trovare soluzioni. Ancora una volta i cittadini hanno individuato come risposta al degrado lo stare insieme e fare più cose come comunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Sepolcro, Cugini: «Serve un presidio sociale come risposta al degrado»
IlPiacenza è in caricamento