Sanità, Rancan (Ln): «Medico di base ai figli dei clandestini, follia targata Pd»

Matteo Rancan, consigliere regionale della Lega Nord, critica l’accordo firmato dalla Regione e dalle associazioni sindacali dei medici di famiglia per estendere il servizio del medico di base a tutti i figli di immigrati sprovvisti di permesso di soggiorno

«Garantire le prestazioni del medico di famiglia, oltre a quelle del pediatra, ai figli di immigrati irregolari è un’altra delle follie che il Partito Democratico mette in atto contro gli emiliani e i romagnoli». Matteo Rancan, consigliere regionale della Lega Nord, critica l’accordo firmato dalla Regione e dalle associazioni sindacali dei medici di famiglia per estendere il servizio del medico di base a tutti i figli di immigrati sprovvisti di permesso di soggiorno. «Da un lato – accusa l’esponente del Carroccio -  l’amministrazione Bonaccini riduce i servizi ospedalieri nel nome del presunto riordino delle strutture, dall’altro offre garanzie a chi non ne ha diritto. Ma a far sobbalzare è il rilascio della tessera sanitaria ai figli di clandestini previsto dall’intesa, un modo per riconoscere come immigrato regolare chi in realtà non lo è. L’assessore regionale alla Sanità, Venturi, ritiri dunque l’accordo e tenga in maggiore considerazione le richieste dei nostri cittadini che si vedono privati di importanti presidi ospedalieri come quello di Castel San Giovanni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento