Politica

Sanità, via libera in commissione all'anagrafe regionale degli assistiti dalle Ausl

Istituito un unico database per archiviare i dati anagrafici e sanitari. Voto a favore di Pd, Si e Misto, astenuti Ln, M5s e Fdi

Via libera della commissione Politiche per la salute alla ridefinizione dell'anagrafe regionale degli assistiti, che ha lo scopo di creare non solo una base dati centralizzata unica regionale, che miri a omogeneizzare i dati presenti nelle anagrafi locali delle Ausl, ma, soprattutto, a istituire un sistema informativo unico a livello regionale che consentirà la gestione centralizzata dell’archivio dei dati anagrafici degli assistiti residenti e domiciliati in Emilia-Romagna uniformando le anagrafi sanitarie. L'anagrafe regionale ha ottenuto il sì di Partito democratico, Sinistra italiana e Silvia Prodi del gruppo Misto e l'astensione di Lega nord, Movimento Cinque Stelle e Fratelli d'Italia. 

Secondo Fabio Callori (Fdi) "avere una banca dati regionale è comodo, ma è importante dare assistenza a chi ha malattie complesse, dunque creare il miglior servizio possibile ed essere sicuri che il dato sul database sia esatto". I tecnici della Giunta hanno rassicurato sull'efficacia del database, sostenendo che l'obiettivo è "favorire e aiutare le persone".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, via libera in commissione all'anagrafe regionale degli assistiti dalle Ausl

IlPiacenza è in caricamento