Scuola di Monticelli, Aimi: «Aumento costi del trecento per cento e perdita di finanziamenti se ricostruita altrove»

Il candidato alla carica di sindaco e vice dell'attuale Amministrazione: «Nel progetto esecutivo, spazi dedicati alla comunità». Venerdì scatta la festa di fine campagna

Pietro Aimi e i candidati alla carica di consigliere comunale

“Il Comune di Monticelli non ha fatto un euro di debito in questi anni, ma se in futuro si desse retta a chi vuole costruire la nuova scuola media nell'area limitrofa al municipio, i cittadini hanno il diritto di sapere il costo lieviterebbe in modo spropositato, del 300 per cento, sono state fatte valutazioni economiche di compendio e studi preliminari. E non è finita: ne perderemmo in termini di spazi, di polifunzionalità e di finanziamenti. Lo studio preliminare predisposto dall'amministrazione è agli atti, a disposizione di tutti i monticellesi, che possono controllare direttamente. Ma è corretto sapere che la scuola verrà costruita grazie a una transazione, e grazie a un finanziamento regionale che andrebbe perso nel caso di delocalizzazione”.

La lista civica Monticelli Bene Comune e il candidato sindaco Pietro Aimi intervengono sulla kerelle di questi ultimi giorni di campagna elettorale: la scuola secondaria di primo grado di Monticelli che è stata monitorata attraverso uno studio di staticità sismica prima del terremoto dell'Emilia, e i risultati sono stati consegnati poco dopo.

"L’aspetto economico è importante, ma la funzionalità e la sicurezza della nuova scuola lo sono ancora di più. Ed è proprio per questo che ricostruire la scuola lì dove è sempre stata, consentirà un vantaggio in termini di spazi ed economie di gestione che, nel medio-lungo periodo, consentiranno dei risparmi notevoli. La nuova scuola costerà 3,7 milioni di euro, e l’accorpamento dei servizi all’interno dei plessi scolastici (elementari e medie) produrrà economie di scala nella gestione degli spazi, permettendo di avere una maggiore disponibilità di ambienti per attività speciali. Per questo, la nuova scuola – lo confermiamo al cento per cento – avrà spazi polifunzionali, con ingressi separati che consentiranno di tenerla aperta, viva e a disposizione della comunità oltre l'orario scolastico. Il progetto vede nell’atrio, nella palestra e nella mensa, “luoghi simbolici” di incontro tra la scuola e la società, in grado di ospitare attività extrascolastiche, feste della comunità luogo di incontri, di gioco e motricità. I locali adibiti a palestra con annessi spogliatoi e un’aula posta al piano secondo saranno disimpegnati e con accesso autonomo dal resto dell’edificio scolastico al fine di consentirne la fruizione da parte della popolazione monticellese”. 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI CON I CANDIDATI DELLA LISTA - Venerdì 9 giugno, alle ore 21,00 in via Garibaldi a Monticelli il candidato Pietro Aimi invita la cittadinanza alla festa di fine campagna di Monticelli Bene Comune. Musica dal vivo con i Neri a metà, e momenti di scambio con il candidato sindaco Pietro Aimi e i componenti della lista civica a sostegno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento