rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Politica

Sei piacentini al voto per il presidente della Repubblica, c’è anche Rancan

Oltre ai deputati Foti, Murelli, De Micheli, Bersani e al senatore Pisani, si aggiunge anche Matteo Rancan nel ruolo di “grande elettore” dell’Emilia-Romagna

Saranno sei i piacentini al voto per il nuovo presidente della Repubblica. Si terrà lunedì 24 gennaio, alle 15, il primo voto del Parlamento in seduta comune per eleggere il successore di Sergio Mattarella al Quirinale.

Per il centrodestra esprimeranno una preferenza (il candidato già annunciato è l'ex premier Silvio Berlusconi) i deputati Tommaso Foti (Fd’I) ed Elena Murelli (Lega) e il senatore Pietro Pisani (Lega).

Per il centrosinistra voteranno i deputati Pier Luigi Bersani (Articolo Uno-Mdp) e Paola De Micheli (Partito Democratico).

Non votano soltanto deputati e senatori, ma anche i cosiddetti “grandi elettori”. Sono 58 rappresentanti delle Regioni (tre per ogni Regione a eccezione della Valle d'Aosta che ne ha uno). Il piacentino Matteo Rancan (capogruppo della Lega in Assemblea regionale) è uno dei tre grandi elettori emiliano-romagnoli, scelto dal centrodestra per rappresentare l'opposizione. Insieme al magiostrino voteranno il presidente della Regione Stefano Bonaccini e la presidente dell'assemblea regionale Emma Petitti

Questi i loro commenti al termine della votazione. «E' per me motivo di grande orgoglio rappresentare l'Emilia-Romagna – ha detto Rancan - nell'elezione del presidente della Repubblica. La mia presenza, in rappresentanza della opposizione, in seno a una compagine di grandi elettori che avrà un ruolo da protagonista nell'elezione del prossimo Capo dello Stato, aumenta le mie responsabilità. Auspico l'elezione di un presidente della Repubblica che abbia a cuore l'Emilia-Romagna e i suoi cittadini». «La scelta del prossimo presidente della Repubblica – ha aggiunto Bonaccini - deve cadere su una figura il più possibile rappresentativa dell'unità del paese. Mi auguro che la politica e i partiti sappiano dare ai cittadini una risposta all'altezza delle aspettative dei cittadini. Il mio auspicio è che si riesca a trovare l'accordo già alle prime tre votazioni (dove occorre la maggioranza qualificata), dopo di che le regole sono chiare. La mia speranza è che si possa scegliere una persona in grado di rappresentare al meglio l'Italia fuori da logiche di parte».

Bonaccini, Petitti e Rancan-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei piacentini al voto per il presidente della Repubblica, c’è anche Rancan

IlPiacenza è in caricamento