Servizi educativi sospesi, il Pd ai sindaci: «Pagate comunque i gestori»

L’appello della segreteria provinciale del Pd: «Comprendete la preoccupazione della Cooperazione Sociale e riconoscete quanto è previsto ai gestori dei vostri servizi educativi»

Il Partito Democratico provinciale esprime la sua solidarietà ma anche la preoccupazione per le lavoratrici ed i lavoratori della Cooperazione Sociale. «In una situazione così drammatica – interviene il segretario provinciale Silvio Bisotti - come quella che tutti stiamo vivendo e che coinvolge quasi tutte le categorie di lavoratori, la giusta ed inevitabile chiusura di preziosi Servizi Educativi, rivolti a Silvio Bisotti-13quel mondo che va dalla prima infanzia fino all'adolescenza, è necessario considerare che, a tale stato, corrispondono anche impegni economici che non possono cadere nel vuoto. Condividiamo quindi la preoccupazione delle relative associazioni di categoria ed auspichiamo che, in un tempo utile, possa trovarsi un'interpretazione "solidale ed efficace" di quell'articolo 48, comma 2, del Decreto "Cura Italia" secondo il quale durante la sospensione dei servizi educativi e scolastici e dei servizi sociosanitari e socioassistenziali, le pubbliche amministrazioni sono autorizzate al pagamento dei gestori privati dei suddetti servizi per il periodo della sospensione, sulla base di quanto iscritto nel bilancio preventivo».

Da qui l’appello del Partito Democratico. «Ci auguriamo che le Amministrazioni comunali e gli altri enti coinvolti siano, davvero, messi nelle condizioni di dover riconoscere quanto dovuto a quelle realtà cooperative che non per loro volontà ma per forza maggiore si sono trovate obbligate a chiudere importanti servizi di welfare per conto dei comuni e a sostegno delle famiglie. Consentendo in questo modo di non utilizzare gli altri ammortizzatori sociali previsti. Sappiamo che, a livello regionale, è stata attivata una Commissione Speciale, guidata dalla vice presidente Elly Schlein che, tra le altre cose, ha posto questa tematica al centro del dibattito; auspichiamo che i sindaci e le rappresentanze sindacali sappiano comprendere l'urgenza della questione e possano, congiuntamente, mettere in atto un’azione efficace che porti il Governo di prendere una posizione a sostegno della cooperazione Sociale che, è bene non dimenticarlo, rappresenta una percentuale non irrilevante del Pil del nostro Paese».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento