menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizi multimediali del Consiglio comunale, nuovo bando del Comune

Le minoranze preoccupate: «Si taglia sul personale»

Il Comune di Piacenza ha recentemente pubblicato un bando – che scade il 7 dicembre - per la gestione dei servizi multimediali necessari per svolgere sedute di Consiglio, commissioni consiliari e riunioni. Il bando si occupa della fornitura di hardware e software e relativi servizi finalizzati alla digitalizzazione ed all’informatizzazione delle attività della Sala Consiliare del Comune di Piacenza, che comprende anche lo streaming delle sedute e la trascrizione in formato digitale di queste. L’appalto è triennale e l’importo complessivo del bando è di 72mila e 500 euro (comprendendo l’Iva), con una base di gara per l’affidamento di 60mila, di cui 20mila euro per la manodopera.

Il bando non è piaciuto alle minoranze. Il servizio è attualmente svolto da due professioniste, sempre presenti alle sedute consiliari, da diversi anni. «Ventimila euro in tre anni – ha fatto notare il capogruppo del Pd Stefano Cugini - per la manodopera significa che delle persone stanno a casa senza lavoro. Invito a ripensarci. Non si può aiutare là fuori la gente per la pandemia e poi risparmiare su questo. Questi tagli cambiano la vita delle persone». «Concordo con Cugini – ha aggiunto Luigi Rabuffi (Pc in Comune) – dobbiamo spendere i soldi per le persone, non per la toilettatura di Ector (il cane antidroga della Polizia Locale, ndr)». «Non priviamoci di due figure importanti per l’attività amministrativa, che ci accompagnano e aiutano da tredici anni», ha concluso Roberto Colla (Pc oltre).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento