Domenica, 14 Luglio 2024
Il caso

Servizi pre e post scuola a pagamento, Forza Italia: «Al fianco dei genitori»

Prosegue la polemica sulla comunicazione della Direzione Didattica del settimo Circolo di Piacenza indirizzata ai genitori degli alunni in merito all'attivazione del servizio per l’anno scolastico 2024/2025

Forza Italia Piacenza, tramite la sua referente di Azzurro Donna Isabella Martini «si schiera a favore dei genitori che hanno ricevuto, nei giorni scorsi, la comunicazione dalla direzione didattica del settimo circolo di Piacenza in cui si comunica che i servizi pre-scuola e post-scuola non saranno più organizzati dal Comune tramite l'associazione di volontariato Auser e pertanto, a partire dal prossimo anno scolastico 2024/2025, questi servizi verranno richiesti alle associazioni del territorio e sarà a pagamento per le famiglie: secondo i primi calcoli, il costo sarebbe di dieci euro una tantum e poi di 25/30 euro al mese per ciascuno dei due servizi». «In un contesto del genere, - spiega - tra molti dubbi e in attesa di novità, l'unica certezza è che i servizi, se presenti, saranno pertanto a pagamento e in capo alle famiglie già oberate per i continui costi nell'ambito scolastico. In uno Stato dove il governo sta cercando di supportare le famiglie con i figli, il Comune di Piacenza va nella direzione opposta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi pre e post scuola a pagamento, Forza Italia: «Al fianco dei genitori»
IlPiacenza è in caricamento