Seta, Torri e Taruffi (Si): «Chiarire i rapporti tra dirigenza e sindacato»

Dopo gli episodi denunciati dai sindacati e minimizzati dai vertici, i consiglieri chiedono il rinnovo del servizio, in vista del nuovo bando di affidamento

Fare chiarezza sulle violazioni rilevate dall'Ispettorato del lavoro e sulla rottura delle relazioni sindacali. Lo chiedono Igor Taruffi e Yuri Torri di Sinistra italiana in un'interrogazione alla Regione per la vicenda relativa a Seta, la società che aggrega le aziende di trasporto pubblico di Modena, Reggio Emilia e Piacenza. "In questi ultimi tre anni - scrivono i consiglieri - i rapporti tra sindacati e dirigenza sono stati malgestiti e la qualità del servizio è peggiorata. I sindacati avrebbero denunciato "un clima vessatorio in azienda", e mostrato dati allarmanti per "le ore di straordinario obbligatorio e i turni massacranti dei lavoratori", ma i dirigenti avrebbero imputato la colpa non ad un problema di sottorganico, bensì alle numerose assenze per malattia di alcuni singoli lavoratori. I consiglieri riportano nell'atto anche "le sanzioni ricevute da Seta dall'Ispettorato del lavoro che, su 430 dipendenti, avrebbe accertato violazioni in merito allo straordinario, al riposo settimanale e alle ore di guida continuativa". Anche in questo caso, secondo i dirigenti, la colpa sarebbe di due soli dipendenti. In vista della nuova nomina di dirigenza, i consiglieri di Sinistra italiana chiedono quindi di intervenire con i soci pubblici di Seta per far luce sulle questioni. Inoltre, aggiugono, dopo gli incidenti avvenuti a Modena nell'ultimo mese dove sono andati a fuoco tre autobus, "il parco mezzi dell'azienda si sta dimostrando vecchio e pericoloso per l'incolumità di lavoratori e utenti" e, per questo, sarebbe il caso di "inserire nel prossimo bando di affidamento clausole relative al rinnovo del servizio".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento