Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Si Cobas, Lega: «Nessun rispetto per forze dell’ordine e piacentini costretti in casa»

Zandonella e Merli: «In un momento difficile per tutto il Paese, troviamo assurdo che gruppi organizzati blocchino le strade e creino ulteriori disagi ai piacentini»

Luca Zandonella

«Dopo la manifestazione di sabato scorso, la nostra Comunità è di nuovo vittima dei comportamenti scorretti e prevaricatori del sindacato Sì Cobas. In un momento difficile per tutto il Paese, troviamo assurdo che gruppi organizzati blocchino le strade e creino ulteriori disagi ai piacentini. Il diritto di esprimersi e manifestare le proprie opinioni è certamente sacrosanto, ma l’emergenza imponeLuigi Merli-6 a tutti senso di responsabilità e dovere di utilizzare i numerosi strumenti che la tecnologia mette a disposizione per far sentire la propria voce. Invece di creare capannelli, i manifestanti li usino - spiegano in una nota congiunta il referente provinciale Lega Piacenza, Luigi Merli, e quello della sezione cittadina del partito, Luca Zandonella - I responsabili del sindacato Sì Cobas dimostrano di non avere alcun rispetto per i piacentini, che diligentemente e non senza difficoltà rispettano le regole. Così facendo espongono al rischio di contagio sia loro stessi, sia le persone che hanno coinvolto in questi giorni di manifestazioni. In zona rossa i blocchi stradali e gli assembramenti sono intollerabili -  concludono -  Esprimiamo la nostra assoluta solidarietà alla Procura di Piacenza e alle forze dell’ordine, impegnate in prima linea per contenere gli effetti di queste condotte irresponsabili».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si Cobas, Lega: «Nessun rispetto per forze dell’ordine e piacentini costretti in casa»

IlPiacenza è in caricamento