«Si faccia anche a Piacenza il cimitero per gli animali d'affezione»

Girometta (Fi): «Dal punto di vista amministrativo, è necessaria l'approvazione di un regolamento, così da permettere l'insediamento di un impianto di questo tipo, autorizzando, previo apposito iter, privati o associazioni, senza costi per il Comune»

«E’ innegabile l’affezione verso un animale domestico, che viene spesso considerato un componente della famiglia E’ molto importante, attuale e necessario consentire la continuità del rapporto affettivo tra i proprietari e i loro animali deceduti. Per questo sarebbe importante realizzare un "cimitero" ad hoc per questi animali». Scrive in una nota il consigliere di Forza Italia, Maria Lucia Girometta. 

«Occorre sottolineare - continua - il problema igienico e pratico, in quanto,  in assenza di un cimitero, le spoglie dei nostri animali vengono incenerite insieme all’immondizia domestica alla stregua di un rifiuto o seppellite in luogo non propriamente idoneo. E' necessario un luogo di sepoltura per consentire la continuità del rapporto affettivo tra i proprietari e i loro animali deceduti e quindi un sistema cimiteriale idoneo a garantire la tutela dell’igiene pubblica, della salute della comunità, degli animali e dell’ambiente». 

«Dal punto di vista amministrativo, è necessaria - ribadisce - l’approvazione di un regolamento, così da permettere l’insediamento di un impianto di questo tipo, autorizzando, previo apposito iter,  privati o associazioni, senza costi per il Comune. Già in passato è stata presentata in Consiglio Comunale una proposta per realizzare un “ cimitero per animali” , ma la stessa è stata del tutto ignorata e oggi a Piacenza non esiste un apposito Regolamento Nonostante in Italia non vi sia una normativa statale di riferimento per i cimiteri per animali di affezione, alcune regioni, per esempio la Regione Lombardia, la Regione Emilia Romagna e la Regione Liguria, si sono mosse in questa direzione e in alcune città italiane si è concretizzato questo progetto. Chiedo che anche il Comune di Piacenza si attivi per un regolamento in merito, affinchè le spoglie degli animali d’affezione, per molti considerati componenti della famiglia o per il valore terapeutico che la loro vicinanza a portatori di handicap li aiuta a migliorare la qualità della vita, ricevano adeguata sepoltura». 

                           

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento