menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'inaugurazione del day hospital oncologico

L'inaugurazione del day hospital oncologico

«Si propone un ospedale nuovo e poi si tolgono posti letto in Oncologia»

In consiglio comunale, nella seduta del 23 novembre, si è discusso di Sanità. Foti: «A Piacenza il direttore Baldino parla di ospedale nuovo, in Regione l’assessore Venturi annuncia tagli in tutta la Regione ai posti letto». Polledri: «Cento posti in meno a Oncologia». E Colosimo in aula rilancia l’idea di un nuovo stadio privato

L'annuncio di un nuovo ospedale a Piacenza - proposta lanciata dall'assessore regionale alla sanità Sergio Venturi nello scorso ottobre - agita il consiglio comunale. «Sono l’unico – è intervenuto così Tommaso Foti (Fratelli d’Italia) - che ha picchiato giù duro in quest’aula contro il direttore generale dell’Ausl Luca Baldino. In Regione però, per voce dell’assessore Venturi, si sono dette cose diverse di quelle illustrate a Piacenza. Si tolgono posti letto nel reparto oncologico, ci sono alcuni tagli nella Sanità. Ci addolciscono "la pillola" con il progetto di un ospedale nuovo, mentre c’è una rivoluzione in ambito sanitario in corso e Baldino non ci ha annunciato nulla. I direttori generali sono nominati dalla Regione stessa e quindi portano il “cavallo a bere dove vuole il padrone”, ma il documento per la conferenza socio-sanitaria che abbiamo preparato è di conseguenza nullo, in base a queste novità. Prima di svuotare l’ospedale di Piacenza bisogna pensarci: mi aspetto una presa di posizione dell’assessore Cugini sui piani regionali». Foti si riferisce alle parole dell’assessore Sergio Venturi in commissione Salute del Consiglio regionale dei giorni scorsi. I posti letto passeranno – nell’intero territorio regionale, secondo la popolazione di ogni azienda sanitaria locale - così dagli attuali 18.145 a «non più di 17.330», entro il dicembre 2016. Tra il 2012 e il 2015 la dotazione di posti letto era già stata ridotta di 1.725 unità. Volontà della Regione è infatti quella di incrementare le attività erogate in day hospital, day surgery e ordinario programmato in sostituzione dei posti letto.

«Il Pd si era impegnato – ha proseguito Massimo Polledri (Lega Nord) – a proporre un documento per la conferenza socio sanitaria a difesa della sanità e poi si tolgono cento posti letto a Oncologia». Polledri, durante le comunicazioni in aula, è rimasto deluso dalla «scarsa presenza numerica» di musulmani che hanno partecipato alle manifestazioni nazionali contro il terrorismo. «Potremmo invitarli in audizione qua in consiglio per sentire il loro parere e la loro adesione ai nostri principi costituzionali».

«Più di un anno fa – ha esordito nelle comunicazioni Maria Lucia Girometta (Forza Italia) - ho presentato un’interrogazione sul degrado della Chiesa di Le Mose: ci sono bottiglie vuote, rotte, rifiuti, profilattici ovunque. I parrocchiani sono molto dispiaciuti di questa situazione, proprio vicina a un luogo di culto. Tutte le sere c’è un via-vai incredibile e al mattino i rifiuti sono ovunque». Marco Tassi (Pdl) ha invece riportato l’attenzione ancora su un tema già discusso a Palazzo Mercanti: lo stato dello Stradone Farnese. «I biscotti sono un pericolo per tutti gli automobilisti, ciclisti, motociclisti. Ci sono macchine, cartelli, distrutti. La situazione è drammatica sia lì, sia dove mettete le parigine, come in via Santa Franca». Andrea Gabbiani (Movimento 5 Stelle) ha invitato – invece che a promuovere un’ordinanza ad hoc – a fare una campagna di prevenzione sull’utilizzo dei botti di capodanno, per non provocare disagi agli animali in città. Il rappresentante grillino ha sottolineato l’impegno del suo movimento per il taglio dell’Irap sulle Asp, da pochi giorni promulgato dalla Regione nel bilancio. «L’abbiamo proposto e ci siamo impegnati per questi, non condivido le considerazioni dell’assessore Cugini - che rivendicava per il Pd regionale la primogenitura dell'idea, nda -. Vedete un film tutto vostro qua a Piacenza: lo stesso assessore regionale Emma Petitti lo ha riconosciuto».

Marco Colosimo (Piacenza Viva) ha portato in aula le condizioni dello stadio Garilli, di proprietà del Comune. «Sono stato a vedere il glorioso Piacenza in una giornata di pioggia, e lo stato dell’impianto era agghiacciante. Potremmo avere uno stadio piacentino nuovo dedicato al calcio e alla musica. Ovviamente da solo il Comune non ce la può fare, però per il 2019 sarebbe importante dare uno stadio decente – privato - per il centenario del Piacenza. Mi auguro che il prossimo anno ci sia una sola società di calcio professionistica con un solo presidente: si potrebbe iniziare a parlare di un progetto del genere». Durante la seduta è stato approvato il Dup, documento unico di programmazione dell’Amministrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento