Politica

Stoccate tra centrodestra e Levoni, Giardino: «Molta pochezza»

Anche in commissione 4 volano gli stracci tra i partiti del centrodestra e il consigliere di Liberi. Levoni: «Ci volete far passare per coglioni». Lega, Fd'I e Fi annunciano che potrebbero non partecipare alle prossime sedute

Antonio Levoni

Non è solo il premier Conte ad essere alle prese con una crisi di Governo. Anche l’Amministrazione Barbieri deve fare i conti con la sua Sara Soresi-5“Italia Viva”, e c’è anche il Renzi della situazione. Un altro round delle tensioni nel centrodestra si è verificato nell’innocua – all’apparenza – commissione 4 “Sviluppo economico”, chiamata a discutere di bus e trasporti scolastici ai tempi della pandemia. Durante la seduta era ospite l’amministratore unico di “Tempi Agenzia”, Gino Losi.

Il dibattito ha vissuto un sussulto quando, dopo oltre un’ora di confronto, Sara Soresi, consigliera di Fratelli d’Italia, a nome del suo partito ma anche di Lega e Forza Italia (e di Sergio Pecorara del Misto), ha letto una nota in cui si prendeva le distanze dalla convocazione della stessa commissione. «Il tema all’ordine del giorno non è di competenza del Comune di Piacenza ma della Provincia e nella convocazione non è stata specificata la finalità dell’incontro». Soresi ha precisato che il centrodestra si sarebbe presentato in aula oggi solo per rispetto dell’ospite – Losi, tra l’altro, è vicino a Fd’I – e dei colleghi, ma in futuro, si riservano di non partecipare alla commissione 4. Tranne un breve contributo di Lorella Cappucciati (Lega) nessun rappresentante della maggioranza ha dibattuto del trasporto locale.

La presa di posizione è sembrata, più che altro, una stoccata al presidente della commissione, che è quell’Antonio Levoni (Liberali Piacentini) con cui da tempo la maggioranza è in rotta. Il diretto interessato, chiamato a dirigere i lavori, ha subito risposto per le rime. Michele Giardino-2«Grazie della vostra presenza, ma spedisco al mittente le considerazioni. Non è l’opposizione a Piacenza che non sa cosa sia la democrazia, la condivisione, il rispetto e la comprensione. Tutti sapevano della commissione di oggi, l’avevamo convocata e comunicata. Se qualcuno non verrà più ci comporteremo di conseguenza». Poi, alzando i toni, è andato dritto al punto. «Dicono che i Liberali Piacentini siano tutti pilotati da un banchiere (l’avvocato Corrado Sforza Fogliani, nda). Poi ci dicono che siamo pretestuosi, che non sappiamo fare politica, ci vogliono far passare per coglioni!». Insomma, è lecito attendersi altre puntate

Anche un altro dei “dissidenti” ha voluto dire la sua su questa ennesima incomprensione tutta interna al centrodestra. «Dietro a certe posizioni politiche – ha detto Michele Giardino, rappresentante del Gruppo Misto - c’è molta pochezza. La politica si fa con la testa e non con le viscere».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stoccate tra centrodestra e Levoni, Giardino: «Molta pochezza»

IlPiacenza è in caricamento