«Storicamente la sinistra era favorevole alla macroregione alpina»

Il segretario provinciale della Lega Nord Pietro Pisani replica al capogruppo Pd in consiglio provinciale Marco Bergonzi circa la proposta del Carroccio: «Non sarà certo Bergonzi a porre il veto»

Pietro Pisani, segretario provinciale della Lega nord

«Bergonzi non lo sa, ma il primo a parlare di macroregione padana fu Guido Fanti, partigiano, primo presidente della Regione Emilia Romagna e autorevole esponente di una sinistra che, ahinoi, non c’è più». Così il segretario provinciale della Lega Nord Pietro Pisani al capogruppo Pd in consiglio provinciale Marco Bergonzi che bolla come «sparata» l’invito avanzato del Carroccio nei giorni scorsi al presidente Vasco Errani di aderire alla macroregione alpina.

«Il 6 novembre 1975 - dice Pisani - il quotidiano La Stampa di Torino ha pubblicato un articolo in cui Fanti esponeva la proposta per la creazione di una grande lega del Po. In mente Fanti, comunista "illuminato", aveva una «lega di tutte le regioni che si attestano sul Po per rappresentare insieme un potere anche contrattuale nei confronti degli organi centrali di governo più forte di quello che non potesse essere la singola regione». Fanti, figura storica del PCI, quando gli si prospettò l’approdo nel Pds rifiutò e si dedicò ad altro. Un politico con la schiena dritta, "merce" rara di questi tempi.

E non è l’unico di una sinistra del passato capace di guardare oltre gli steccati di partito. Un altro esempio è quello dell’allora presidente della Camera Luciano Violante che nel 1996 accettò la denominazione "Lega Padania" per il gruppo del Carroccio alla Camera. Con queste persone – di grande carisma e capacità politiche riconosciute – il dialogo era ancora possibile. Ma con i ventriloqui di partito che lanciano appelli all’unità e rigettano per partito preso ogni proposta che non sia la loro, il confronto è ben più difficile. La macroregione è stata proposta da Fanti, rispettata da Violante e rifiutata da Bergonzi. Il suo veto, come si può capire, ci preoccupa parecchio». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento