menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagliaferri: «Attivare subito i percorsi sanitari post-Covid per i pazienti clinicamente guariti»

Il consigliere sollecita protocolli chiari e condivisi per i pazienti guariti dall’infezione Covid-19

«Una patologia infettiva con andamento epidemico particolarmente grave ma con quadri clinici ancora sostanzialmente sconosciuti che si riverberano anche sul decorso post malattia per i pazienti guariti. Questo è il Covid-19 al giorno d’oggi». Del tema delle risultanze di questa infezione nei pazienti guariti si occupa Giancarlo Tagliaferri (FdI) in una specifica interrogazione che mira a sollecitare un’adeguata programmazione da parte del sistema sanitario regionale per tutti coloro che hanno contratto il virus ma che sono riusciti a guarire.

«Un’aspetto molto importante nella lotta al virus - sottolinea Tagliaferri - è la presa in carico dei pazienti guariti, soprattutto ora che la letteratura scientifica inizia a certificare numeri importanti per risultanze invalidanti multi-organo».

Stante la situazione, l’esponente di Fratelli d’Italia sollecita l’attivazione di un programma di sorveglianza che consenta ai pazienti guariti dal Covid, «di essere seguiti dai professionisti del servizio sanitario regionale anche dopo la guarigione e di individuare eventuali effetti postumi o complicanze a medio e lungo termine che possano richiedere interventi sanitari».

In ragione di ciò, Tagliaferri non solo auspica l’attivazione dei percorsi di presa in carico, ma si augura che si sostanzino «in indicazioni omogenee e condivise in merito alle modalità attuative e gestionali per la presa in carico dei pazienti» e che parimenti «non siano soggetti a compartecipazione alla spesa in quanto ricadono nella tipologia di esenzione P01 destinata a prestazioni specialistiche finalizzate alla tutela della salute collettiva».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Attualità

Sanità, venerdì 9 aprile presidio di fronte all'Ospedale di Piacenza: «Servono risorse, non solo parole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento