Tagliaferri (Fdi): «Dopo il Coronavirus Piacenza ha bisogno di investimenti sulla sanità. Bonaccini acceleri l’arrivo dei fondi straordinari»

Giancarlo Tagliaferri, consigliere regionale di Fratelli d’Italia eletto in provincia di Piacenza commenta così il voto a favore del provvedimento regionale di interventi straordinari

«I 20 milioni straordinari della sanità che lo Stato investirà su Piacenza devono arrivare il prima possibile e la Giunta regionale deve impegnarsi a fondo perché questo accada». Giancarlo Tagliaferri, consigliere regionale di Fratelli d’Italia eletto in provincia di Piacenza commenta così il voto a favore del provvedimento regionale di interventi straordinari. «Anche se riteniamo questo stanziamento un primo passo per venire incontro alle esigenze dei territori, a cui auspichiamo facciano seguito altri interventi strutturali, ci saremmo aspettati una maggiore attenzione da parte della Giunta per consentire a queste risorse di arrivare sui territori nel minor tempo possibile: entro il 2021 infatti molte attività economiche che si sarebbero potute salvare rischiano di chiudere, specialmente se queste si trovano in territori particolarmente svantaggiati quali quelli montani», spiega Tagliaferri che si concentra soprattutto sugli interventi sul territorio di Piacenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Leggo che per la provincia di Piacenza il programma straordinario di investimenti prevede importanti risorse a favore della rete ospedaliera cittadina e provinciale: l’emergenza sanitaria da Covid19 – evidenzia Tagliaferri - ci ha insegnato che occorre investire in una vera medicina di territorio al fine di consentire a tutti i cittadini servizi efficienti e completi. Per questo, pur riconoscendo l’importanza di avere un nuovo ospedale cittadino e di investire sulla rete ospedaliera di Fiorenzuola e Castel San Giovanni, mi sarei aspettato investimenti sui piccoli ospedali e punti di primo intervento in montagna: penso all’ormai noto problema di Farini in Alta Valnure, ad oggi tamponato per l’estate con la presenza di un medico nel turno diurno ma che si riproporrà inevitabilmente a settembre».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Annega nel Po per salvare il suo cane finito in acqua

  • Identificato l'operaio ucciso dal crollo di un silos. Forse il cedimento di un sostegno la causa della tragedia

  • Crolla un silos, 50enne muore schiacciato

  • Quattro feriti nello scontro sulla via Emilia

  • Rischia di annegare nella piscina di casa, salvata

  • Scontro tra moto e bici lungo la Provinciale, due feriti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento