rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Politica

Tagliaferri: «Il 4 Novembre torni ad essere festa nazionale»

Risoluzione per impegnare la Giunta a promuovere la cultura della memoria dei caduti, a fare all’inizio dell’anno scolastico l’alzabandiera e cantare l’inno e sostituire le bandiere rovinate negli edifici pubblici e nelle scuole

La Giunta si impegni per il ritorno del 4 Novembre come festa nazionale e promuova la cultura della memoria dei nostri caduti sepolti nei Sacrari militari. Inoltre, il primo giorno di scuola si faccia l’alzabandiera e si canti l’inno nazionale. Si ripristinino, infine, le bandiere dell’Italia negli edifici pubblici e nelle scuole quando siano rovinate o consumate. Le richieste alla Regione sono di Giancarlo Tagliaferri (Fratelli d’Italia) che ha presentato una risoluzione in cui sottolinea che «il 4 novembre è stata ed è l’unica festività che riunisce tutti gli italiani, senza lacerazioni o distinguo politici».

Dopo l’abolizione delle feste del 4 Novembre e della Repubblica nel 1977 e il ripristino del 2 Giugno nel 2001, le Associazioni combattentistiche e d’arma hanno «iniziato una campagna di sensibilizzazione a livello nazionale per il ripristino del 4 novembre come festa nazionale». E dal 2018 è presente in Parlamento un Disegno di legge. Tagliaferri conclude sostenendo l’importanza «di ritrovare un simbolo che possa riaggregare e unire la Nazione intorno a un radicato e profondo sentimento nazionale che leghi l’orgoglio della propria storia, l’eredità delle proprie tradizioni e il rispetto delle proprie memorie». La Prima Guerra mondiale, afferma il consigliere, ha coinvolto il popolo che da quel momento cominciò a riconoscersi come italiano. «Il rispetto per i simboli che fondano una Nazione - scrive il consigliere Fdi - genera una comunità nazionale consapevole, legata a valori fondamentali come l’amor di Patria, il rispetto delle Istituzioni, delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate e rafforza il senso civico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliaferri: «Il 4 Novembre torni ad essere festa nazionale»

IlPiacenza è in caricamento