Tagliaferri: «Parenti e pazienti devono potersi parlare, la Regione intervenga»

A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere di Fratelli d'Italia Giancarlo Tagliaferri

«Istituire servizi di videochiamate o telefonate per mettere in contatto i parenti e i pazienti ricoverati negli ospedali in cui non siano ancora possibili le visite “in presenza” a causa delle restrizioni imposte dal Coronavirus». A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che ricorda come «da informazioni raccolte dagli utenti delle strutture ospedaliere risulta che molti pazienti anziani e non autosufficienti ricoverati non possono ricevere visite da parte dei propri familiari, ma neppure videochiamate o semplici telefonate. A differenza di quanto previsto dalle recenti DGR per le RSA e RSD, l’isolamento a cui sono sottoposti i pazienti anziani si deve al fatto che non vi è alcuna disposizione specifica della Direzione Welfare, lasciando alla disponibilità delle singole strutture e del personale (infermieri e Oss) l’effettuazione di questo servizio a persone che, ricordiamo, spesso non riescono a gestire in modo autonomo telefoni e smartphone».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’esecutivo regionale «se intenda predisporre con urgenza un provvedimento indirizzato ai Direttori Generali delle strutture sanitarie emiliano romagnole al fine di garantire la possibilità di effettuare chiamate telefoniche o videochiamate nei reparti ospedalieri dove non vi è la possibilità di accesso da parte dei parenti, o in ogni modo di assicurarsi che i pazienti anziani siano in contatto almeno telefonico con i parenti e se intenda procedere con la riorganizzazione degli ingressi dei parenti, in sicurezza, nelle strutture sanitarie emiliano romagnole per chi vuole far visita al proprio caro, con priorità per i pazienti anziani e non autosufficienti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento