menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagliaferri: «Seta e Tper rimborsino gli abbonati impossibilitati a usufruire del servizio»

Il consigliere rileva infatti che a molti studenti è stata riattivata la modalità di didattica a distanza, e sono quindi nuovamente a casa: «Ragazzi che hanno sostenuto anticipatamente i costi per l’abbonamento ad autobus e treno»

Con un’interrogazione Giancarlo Tagliaferri di Fratelli d’Italia chiede l’intervento del governo regionale per garantire, attraverso Seta e Tper, il rimborso del costo dell’abbonamento del trasporto pubblico agli studenti, e in generale agli utenti, che non hanno usufruito del servizio.

Il consigliere sottolinea infatti che a molti studenti è stata riattivata la modalità di didattica a distanza, e sono quindi nuovamente a casa. Ragazzi che, rimarca il politico, «hanno sostenuto anticipatamente i costi per l’abbonamento ad autobus e treno». Tagliaferri, nel rilevare che «siamo ora in una fase acuta e tutta la preoccupazione e le energie sono rivolte come è normale che sia all’aspetto sanitario», chiede di andare in contro alle famiglie di questi giovani.

Nell’atto si evidenzia, infatti, che «Seta e Tper alla domanda di rimborso hanno riferito che l’attale regolamento non lo prevede». Posizione duramente criticata dal consigliere di destra: «A settembre e ottobre i mezzi erano stipati (quindi in numero insufficiente) e ora non si prevedono rimborsi, qui c’è poca lungimiranza (non si può certo parlare di cittadini troppo esigenti)».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento