Tarasconi e Molinari: «Il Comune di Piacenza non sia lasciato solo»

I consiglieri regionali del Pd intervengono sulla vicenda dei minori stranieri non accompagnati

“Non si può continuamente fare come gli struzzi. Il problema esiste e il Comune di Piacenza è arrivato ad una situazione insostenibile a cui non può più far fronte da solo”. Questo il commento dei consiglieri regionali Pd Katia Tarasconi e Gian Luigi Molinari riguardo al tema dei minori stranieri non accompagnati. “È legittimo – proseguono - che il Governo prenda dei provvedimenti e affronti in modo serio l’argomento, ossia dotare le Amministrazioni degli strumenti necessari per verificare quali siano le effettive condizioni dei minori, se siano realmente non accompagnati e, di conseguenza, dei loro bisogni. Chiedersi perché lascino Albania ed Egitto dove non ci sono conflitti a fuoco. Siamo avviati verso un sistema che imploderà a causa dei numeri crescenti, senza avere le energie per accogliere appropriatamente. La questione delle strutture di accoglienza resta uno dei temi aperti e più complessi”. “Ma soprattutto – continuano Tarasconi e Molinari – urge riflettere sul fatto che questa dinamica sia diventata controproducente per i ragazzi stessi. Non è in discussione la tutela del minore, intendiamoci, quella va sempre garantita. È in discussione la modalità attraverso cui stiamo permettendo a questi ragazzi di diventare uno strumento di distorsione del sistema e di sfruttarlo. Come possiamo pensare – concludono i consiglieri – che con questi presupposti si integrino bene nel nostro contesto? Con quale tipo di accoglienza? Se la finalità ultima è quella di farli diventare adulti consapevoli e formati, si deve trovare un altro meccanismo per far fronte a questa che è diventata una vera e propria emergenza sociale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Coronavirus, l'aggiornamento del 27 marzo sui comuni del Piacentino

  • Covid-19, Piacenza piange altre 26 vittime, il totale sale a 495

Torna su
IlPiacenza è in caricamento