Sabato, 13 Luglio 2024
L'intervento del sindaco

«La nostra visione di città è non costruire oltre la tangenziale»

Il sindaco Tarasconi: «Incontrerò i residenti del comitato Farnesiana, ma c’è la sindrome del “non nel mio giardino”»

«La nostra visione di città è quella di non andare a costruire alcunché a sud della tangenziale. È una precisa scelta politica, supportata dalle analisi dei tecnici». È lapidaria Katia Tarasconi, sindaco di Piacenza, nell’esprimere il suo pensiero sull’opportunità di costruire l’ospedale nuovo nell’area 5 di “Podere Cascine” e non nell’area 6 delle Novate, oltre la tangenziale, nelle immediate vicinanze del carcere cittadino.

«Durante la seduta consiliare - ha detto il primo cittadino nel suo intervento - ho sentito parole offensive nei confronti dell’architetto Sergio Beccarelli che si è occupato dello studio di pre-fattibilità. Non ho mai telefonato a nessuno per agevolare la scelta dell’area 5, non abbiamo mai interferito nelle analisi di “Policreo”». Il centrodestra aveva polemizzato: l’esito dello studio di fattibilità, per Jonathan Papamarenghi (Civica Barbieri-Liberi), sarebbe stato un po’ suggerito dall’Amministrazione.

«Una strada parallela interna a via Goitre – ha proseguito Tarasconi - risolverà il problema del traffico. Non esistono soltanto le criticità dei residenti del comitato contro l’area 5 (che erano presenti tra il pubblico, nda), sul piatto dobbiamo mettere tutto. Abbiamo la sindrome del “non nel mio giardino”, ma noi non vogliamo andare a costruire fuori dalla tangenziale».

Tarasconi ha respinto anche le critiche sulla volontà di procrastinare nel tempo i passaggi verso il nuovo ospedale. «Correremo il più velocemente possibile per portare a Piacenza il nuovo ospedale. Chi dice di allargare quello attuale (si riferisce al comitato “salva ospedale, nda) non ascolta i medici che hanno un bisogno disperato di spazi. Il comitato di residenti dell’area 5, invece, lo posso incontrare anche adesso, ad agosto, o a settembre».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La nostra visione di città è non costruire oltre la tangenziale»
IlPiacenza è in caricamento