Tarasconi (Pd): «No a un secondo caso Regeni»

Lo afferma la consigliera regionale Katia Tarasconi dopo le preoccupanti notizie sul ragazzo che attualmente si trova in custodia cautelare

«Condivido la proposta di mobilitazione popolare per chiarire la situazione in cui si trova Patrick Zaky, catturato in Egitto con l’accusa di essere un sovversivo; bisogna evitare un secondo caso Regeni». Lo afferma la consigliera regionale Katia Tarasconi dopo le preoccupanti notizie sul ragazzo che attualmente si trova in custodia cautelare: «Una modalità di carcerazione preventiva che non è ammissibile in un Paese europeo».

Per Zaky, studente all’università di Bologna e attivista per i diritti umani, si temono torture e un prolungamento della carcerazione. «Sono mamma anche io – afferma la consigliera dem – ed esprimo vicinanza ai genitori di Patrick. Attendiamo riscontri dalla Farnesina e aspettiamo di capire al più presto l’evoluzione della situazione attraverso un monitoraggio attento».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Intanto ieri sera in Piazza Maggiore a Bologna – sottolinea Tarasconi - è stato lanciato un segnale di solidarietà con la richiesta precisa che la famiglia di Patrick sia messa a conoscenza delle sue condizioni di salute, che siano tutelati i suoi diritti e che sia messo nelle condizioni di potersi difendere. L’Italia non può permettere che si verifichi un nuovo caso Regeni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

Torna su
IlPiacenza è in caricamento