menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tassa di soggiorno più vicina: c’è l’ok in giunta al regolamento

Approvato il regolamento in giunta nel pomeriggio del 20 ottobre: ora la discussione passa in consiglio. Non ancora decisa l’entità della tassa. Gazzola: «Stiamo pensando di suddividere la tassa in base alla classificazione della strutture alberghiere»

Tassa di soggiorno più vicina grazie all’approvazione – avvenuta nel pomeriggio del 20 ottobre – in giunta del regolamento, che verrà discusso in consiglio comunale nelle prossime settimane. L’introduzione del provvedimento, proposto dall’assessore al bilancio Luigi Gazzola per portare ossigeno nelle casse comunali e permettere anche qualche investimento nel campo culturale e turistico, voleva essere già in vigore nel 2015: dopo alcune critiche e proteste del sistema alberghiero locale, la tassa (forse da 1 euro, ma si sta pensando di regolarla in base alle caratteristiche degli hotel) sarà molto probabilmente realtà con l’inizio del 2016. Dopo un serrato confronto degli ultimi mesi con la categoria, l’Amministrazione è riuscita a convincere alcuni detrattori. Chi pernotterà in hotel e strutture alberghiere cittadine, sarà costretto a versare la “gabella”, che verrà girata al Comune. Secondo Gazzola il gettito previsto dall’introduzione della tassa si aggira sui 200-220mila euro all’anno. Ora la palla passa al consiglio comunale, che discuterà il regolamento approvato in giunta. Una volta ottenuto il consenso di Palazzo Mercanti, la giunta potrà decidere l’entità della tassa. «Stiamo pensando – commenta l’assessore Gazzola . a suddividere la tassa per fasce a seconda della classificazione della struttura alberghiera, come avvenuto in altri comuni d’Italia». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento