Tassa rifiuti: «Perché rimborsarla a Iren, che le attività economiche erano chiuse?»

Il parere delle minoranze sul piano della Giunta per fronteggiare la crisi socio-economica. Critiche al rimborso a Iren. Saccardi e Colla: «Campagna di comunicazione martellante a favore della Romagna, si faccia anche da noi»

La Giunta Barbieri ha illustrato in commissione 4 quasi tutti gli interventi scelti per fronteggiare l'emergenza socio-economica sul territorio comunale. Gran parte dei fondi arrivati dal Governo Conte sono stati già convogliati verso una serie di iniziative. Dei 6,3 milioni di euro a disposizione, mancano solo 280mila euro da assegnare. Le minoranze presenti in commissione 4 si sono sentite un po' escluse dal dibattito sugli interventi. 

«È un pacchetto chiuso – ha chiesto Massimo Trespidi (Liberi) - o il parere della minoranza può essere preso in considerazione? Ritengo molto positiva la partecipazione al fondo contro la povertà con Fondazione di Piacenza e Vigevano e le altre realtà: è giusto coordinarsi per evitare interventi dispersivi. Giusto abbattere la tassazione per la Tari delle utenze non domestiche. Bisogna però avere un po’ più di coraggio. Non tanto per la cifra, ma aiutando anche le utenze domestiche». «Quello dell’assessore Sgorbati – ha fatto notare il rappresentante di Liberi - sui servizi sociali mi sembra un elenco della spesa. Non è il caso di spendere le risorse in interventi più strutturali? Non possiamo soltanto ascoltare i problemi delle realtà, ma è il caso di ridefinire alcune questioni del sociale. Confermiamo tutti i servizi sociali dopo il Covid?».

«In Europa e in Italia – ha preso la parola il neo consigliere Samuele Raggi (Piacenza del futuro) - si sta facendo debito a carico delle future generazioni, cerchiamo di non sprecarle queste risorse arrivate. Non c’è solo lo sport, sarebbe giusto finanziare anche attività musicali. Incrociate i dati, perché alcune famiglie ricevono più sussidi anche a livello nazionale e altre in difficoltà ne rimangono escluse».

«La Regione – ha evidenziato Mauro Saccardi (Gruppo Misto) - sta facendo una pubblicità enorme alla Romagna, sarebbe giusto fare un po’ di comunicazione anche nei nostri confronti. Bene il taglio della tassa dei rifiuti, tutte le aziende hanno subito un calo di lavoro. Anche Iren, che ha lavorato meno, dovrebbe rinunciare a una parte delle risorse che il Comune le dà. Iren è l’unica azienda a Piacenza che non ha visto un calo del fatturato. Attenzione a quello che succederà dopo luglio: alcune aziende licenzieranno dipendenti. Bisogna essere pronti con fondi di aiuto alle aziende per salvaguardare i posti di lavoro».

«Importante avere il quadro complessivo – è l’intervento di Luigi Rabuffi (Piacenza in Comune) - di ciò che s’intende fare al di fuori di questi 6,38 milioni. Il 97% del budget a disposizione è già stato deciso, mancano solo 280mila euro. Il sociale è la metà dello sconto sulla Tari. Iren percepisce lo stesso i 2 milioni che il Comune sconta alle sue imprese, la trovo una cosa incredibile. Stiamo parlando della tassa rifiuti di attività che sono rimaste chiuse a lungo. Come mai così tanta vigilanza anti Covid?». «Alcuni parchi – gli ha risposto il sindaco Patrizia Barbieri - sono sempre monitorati dalla vigilanza privata».  

«Dalle parole finalmente passiamo ai fatti – ha sottolineato Antonio Levoni (Liberali Piacentini) - il sindaco è stato un ottimo regista in questa fase. Bene che tutti facciano la propria parte, dove non arriverà un ente, ci penserà l’altro. Noi Liberali avevamo subito chiesto una diminuzione della tassazione: direi che l’obiettivo è stato raggiunto dall’assessore Passoni. Vero è che i problemi occupazionali li avremo a settembre». 

«Oltre che le scuole paritarie – ha aggiunto Mauro Monti (Liberi) - sarà importante garantire la sicurezza sanitarie delle scuole pubbliche, come ad esempio l’utilizzo di spazi comuni tra più classi come le palestre. Servono procedure di sicurezza».

«Battiamo i piedi per la comunicazione – ha esortato Roberto Colla (Piacenza Oltre) - si sta dando spazio alla Romagna. C’è bisogno di pubblicizzare anche il nostro territorio. Sfruttiamo i personaggi di punta di casa nostra, come ha fatto Ferriere con i fratelli Inzaghi, per comunicare».

«Inutile premiare tutte le aziende – è il commento di Andrea Pugni (Movimento 5 Stelle) - alcune hanno anche guadagnato in questa fase. Potremmo aiutare così di più chi ha bisogno: stabiliamo dei criteri per escludere tipologie di attività».

Il capogruppo del Pd Stefano Cugini ha invitato ancora una volta la Giunta a essere più collaborativa. «Avrebbe potuto farci avere il report di tutti gli interventi, anche perché stiamo parlando di un piano già blindato».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento