Telecamere a Pittolo per la sicurezza, respinta la richiesta

Il sindaco Paolo Dosi risponde alla richiesta di Filiberto Putzu (Fi) e di un gruppo di residenti: «La mappatura realizzata con i carabinieri ci dice che ci sono altre zone prioritarie dove installare le telecamere»

Al momento non verranno installate telecamere nella frazione di Pittolo: ci sono altre priorità. È quanto emerso dal dibattito in consiglio comunale. Filiberto Putzu, consigliere di Forza Italia, aveva avanzato la proposta, facendosi portavoce di un gruppo di residenti che ha avviato una raccolta firme con l’obiettivo di richiamare l’attenzione del Comune. «È stata realizzata – ha risposto a Putzu il sindaco Paolo Dosi - una mappatura delle possibili postazioni utili per installare sistemi di telecamere rilevino le targhe dei veicoli circolanti. Si tratta di telecamere intelligenti, in grado di individuare le targhe di auto rubate o di veicoli di proprietà o in possesso di malviventi. La mappatura è stata realizzata con la collaborazione dei carabinieri». Tre sono le postazioni individuate inizialmente: l’uscita autostradale a21, l’a1 e piazzale Milano (vicino al ponte di Po).

«Dai sopralluoghi svolti – ha spiegato il sindaco – è stato deciso di installare nel corso degli ultimi tempi nuove postazioni (con due telecamere) a Sant’Antonio, strada Agazzana, strada Valnure, strada Bobbiese, la Verza, Strada Caorsana, Mucinasso, via Emilia, Montale».  Queste sono le priorità, per coprire i flussi viari di quasi tutto il territorio comunale.

«Ci sono già – ha poi aggiunto Dosi - anche altre zone individuate con la prefettura per cui si è alla ricerca di coperture finanziarie per poter procedere: Borgotrebbia, la zona dell'autostazione-percorso pedonale, Besurica, viale Dante, via IV Novembre». E Pittolo? «Non siamo in grado di saper individuare una previsione per il futuro, al momento non è possibile» -, ha replicato il primo cittadino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento