rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Il maxi progetto

Trasporto rapido di massa, tracciato rivisto e conti da verificare

L’assessore all'urbanistica Fantini: «L’aumento dei prezzi costringe ad una revisione del progetto»

Che fine ha fatto il progetto del trasporto rapido di massa avanzato dalla Giunta Barbieri? Lo stesso ex sindaco Patrizia Barbieri ha chiesto all’Amministrazione Tarasconi le intenzioni sui 26,5 milioni di euro di contributo del Pnrr per questo ambizioso obiettivo legato alla mobilità. «I mezzi elettrificati – ha ricordato la consigliera del centrodestra in aula, chiedendo e ottenendo l'impegno della Giunta - servirebbero per collegare il centro storico e la stazione ferroviaria con l’area est della città, per la Cattolica, il nuovo ospedale e il carcere».

«I prezzi per interventi di questo genere – ha preso la parola l’assessore all’urbanistica Adriana Fantini - sono aumentati tra il 30% e 40%, come Comune non abbiamo la possibilità per coprire con 7-8 milioni di euro questo aumento. Ho dialogato con il Politecnico di Milano per ottimizzare il tracciato e con Tempi per rivedere “l’anello” del percorso. Non sappiamo se riusciremo a stare dentro il contributo del Pnrr. D’altronde si parla di mezzi enormi, di non facile uso in centro storico, che è stretto, si potrebbero fare valutazioni diverse anche sulle dimensioni del trasporto rapido. Abbiamo ridisegnato un tracciato che non percorre più l’anello. Lo spostamento dell’ospedale dall’area 6 alla 5, invece, è ininfluente». «L’assessore dice che non è ininfluente il cambio dell’area dell’ospedale, mi rincuora», ha concluso Luigi Rabuffi (ApP). 

Adriana Fantini-11

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto rapido di massa, tracciato rivisto e conti da verificare

IlPiacenza è in caricamento