Lunedì, 21 Giugno 2021
Politica

Trattamenti idroterapici per disabili, «Inaccettabili i ritardi che si stanno accumulando»

Trattamenti idroterapici per disabili, «Inaccettabili i ritardi che si stanno accumulando»

«Perché si stanno accumulando ritardi così consistenti nel riprendere i percorsi dei trattamenti idroterapici per le persone disabili?». Lo chiede Giancarlo Tagliaferri, il quale è costretto a tornare su una vicenda realmente senza fine e senza pace per persone molto fragili che da tempo immemore non possono accedere a trattamenti particolarmente importanti per le disabilità di cui soffrono.

A fronte della disponibilità offerta anche dal Centro Inacqua per definire percorsi di accesso “prioritari” per pazienti adulti con disabilità neurologica cronica che già da tempo effettuano questi trattamenti, l’esponente di Fratelli d’Italia, dopo le giuste e continue pressioni delle famiglie esasperate, denuncia tempi di attesa assolutamente inaccettabili per la visita fisiatrica propedeutici per l’inizio dei trattamenti, «tanto che se oggi si chiede una visita tramite Cup, il primo posto libero pare sia a fine luglio, come se qualcuno pensasse che i disabili non vadano in ferie, quindi tutto rimandato a settembre, ottobre». Tagliaferri, auspicando che questi tempi non siano dovuti ad alcuna forma di irrigidimento per aver denunciato una situazione oggettivamente indegna della sanità regionale, esorta i responsabili Ausl a farsi realmente carico della situazione per riuscire «ad offrire un servizio sanitario realmente degno di questo nome».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trattamenti idroterapici per disabili, «Inaccettabili i ritardi che si stanno accumulando»

IlPiacenza è in caricamento