menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Troppe politiche assistenzialistiche, servono interventi più strutturali per le imprese»

Rancan (Lega) commenta i dati di Unioncamere che vedono la regione fanalino di coda tra le imprese under 35

Emilia-Romagna ultima in Italia per numero di imprese “giovani”. A fine giugno in regione le aziende “under 35” attive erano 27.106, il 6,8% del totale delle imprese regionali (contro una media nazionale dell'8,8%): si tratta della quota più bassa tra le regioni italiane. In un anno, la perdita è stata di 961 imprese (-3,4%), con una sensibile accelerazione della tendenza negativa, mentre le altre imprese sono diminuite dello 0,5%. «Quanto emerge dall'indagine Unioncamere – commenta il consigliere regionale e capogruppo della Lega Matteo Rancan - è il risultato naturale di politiche improntate all'assistenzialismo e non allo sviluppo e al rilancio del sistema economico. Sino ad oggi, infatti, le politiche del Pd hanno puntato sulla distribuzione indiscriminata, e a pioggia, dei fondi, senza alcuna visione strategica e strutturale per il rilancio del Sistema. Un “un po' per tutti” che umilia la meritocrazia, che soffoca i talenti e le capacità dei nostri giovani e che, di fatto, si risolve in uno spreco di denaro». Rancan, invece, rilancia «la necessità di interventi strutturali, mirati al sistema produttivo, l'unico capace di fungere da volano per il benessere e l'occupazione nel nostro territorio. Interventi che siano anche capaci di attrarre investimenti oltre che a scongiurare delocalizzazioni produttive e fughe di cervelli e posti di lavoro», conclude il leghista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento