menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Giorgio Picchioni

foto Giorgio Picchioni

Ufficio turistico e ristorante-bistrot, una proposta per il Campo Daturi

Presentato in Comune un progetto privato per la valorizzazione dell’ex pesa pubblica di via Maculani, che comprende anche l’arena Daturi. Alpini preoccupati per la loro sede, che non dovrebbe però essere in pericolo

Alpini preoccupati per il futuro della sede della sezione cittadina del Campo Daturi. Pronto l’avviso di sfratto, per far posto a un ristorante? La voce si è sparsa in fretta sui social, dopo che in Comune è stata presentata una proposta di un soggetto privato.

Tutto parte dall’aprile 2018, quando il Movimento 5 Stelle – tramite i suoi consiglieri Andrea Pugni e Sergio Dagnino - riuscì a strappare in Consiglio comunale l’approvazione di una mozione che suggeriva di trasformare l’ex pesa pubblica di via Maculani in un punto di informazioni turistiche. Il luogo si prestava per la sua collocazione geografica, essendo in un punto di passaggio a pochi metri di distanza dal ponte sul Po che collega con la Lombardia e non molto distante dalla stazione ferroviaria, nonché da piazza Cittadella. E, inoltre, questa trasformazione rivalorizzava una struttura e uno spazio dimenticati da tempo. Dopo due anni in cui tutto è rimasto fermo, nei giorni scorsi si è registrata una novità.

Un privato ha infatti presentato una sua proposta di valorizzazione della pesa pubblica, inserendo nel progetto anche il Campo Daturi. La proposta progettuale – di cui si è occupato, per conto del proponente, l’architetto Giuseppe Baracchi – sta attraversando la fase istruttoria degli uffici tecnici dell’urbanistica del Comune. Nel progetto si parla di realizzare nel luogo della pesa sia l’ufficio turistico  (come richiesto dal Consiglio comunale), ma anche di realizzare un ristorante-bistrot al campo Daturi.

Per questo motivo gli alpini si sarebbero allarmati, chiedendo spiegazioni al mondo politico cittadino, temendo per la propria sede, a cui sono molto affezionati. In realtà, andando a sfruculiare il progetto, la fattibilità della proposta non cozzerebbe con la presenza degli alpini. Anzi. Nel progetto si parlerebbe del rifacimento della sede degli alpini e dei Marinai d’Italia, in modo da permettere al bistrot di trovare la sua collocazione, senza mandare via nessuno. Tutto questo mantenendo, ovviamente, l’area aperta al pubblico, soprattutto alle scuole e alle associazioni che utilizzano l’arena durante l’anno.

ex pesa pubblica via Maculani-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento