Un’altra fumata nera sulla scelta dell’area del nuovo ospedale

Dal tavolo politico in Comune non emerge alcuna indicazione, il centrodestra si confronta ancora. L’opposizione: «Deve essere la Giunta a decidere»

Nuovo ospedale, ancora nulla di fatto. Un’altra fumata nera è uscita da Palazzo Mercanti, dove si riuniva – nel pomeriggio del 17 luglio - il tavolo “politico” (un rappresentante per ogni gruppo consiliare di maggioranza e opposizione) che avrebbe dovuto dare indicazioni più certe sull’area del nuovo ospedale. Tocca attendere la seduta di Giunta di venerdì per conoscere l’area che ospiterà il nosocomio. Giunta che si riunirà anche nella giornata di oggi in Comune per chiarire la situazione, che sembra ancora poco chiara. La maggioranza consiliare non ha saputo prendere una posizione netta davanti ai colleghi dell’opposizione. Evidentemente non tutto il centrodestra è d’accordo su una delle sei aree ancora in ballo (anche se le tre più gettonate sembrano essere “Besurica est”, Podere Cascine e Farnesiana (questa fuori dalla tangenziale, al contrario di Podere Cascine). Durante la riunione del tavolo politico l’opposizione si è fatta sentire. Massimo Trespidi (Liberi) si è fatto carico di riportare le tante perplessità registrate da tutte le forze di minoranza (oltre a Liberi, Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Piacenza in Comune, La Piacenza del futuro, Piacenza Oltre). «Non deve essere il tavolo politico – hanno spiegato i rappresentanti – a dare indicazioni alla Giunta Barbieri su quale area scegliere».

«Non c’è una delibera di Consiglio – ha spiegato Trespidi - che parli della costituzione di questo tavolo, a cui però si chiede di decidere e scegliere l’area del nuovo ospedale. Quando non c’è alcun atto formale della Giunta o del Consiglio che dia a noi il mandato, in questo tavolo, di individuare l’area migliore. Significa che formalmente il tavolo non è legittimato da nessuno a decidere alcunché, non è arrivato alcun mandato per prendere una posizione. Perché si vuole scegliere l’area all’interno di questo ambito?». Trespidi si dà la risposta da solo. «Evidentemente è l’unico modo per riuscire a coinvolgere l’opposizione nella decisione, essendo che la maggioranza non ha trovato ancora la quadra su un’area, cerca di caricare di responsabilità anche noi». L’opposizione contesta tutto l’iter. «Questo tavolo per quasi un anno non si è più riunito, per 314 giorni non c’è stato più un confronto. Nel frattempo però le cose sono cambiate. Il sindaco Barbieri ha firmato un protocollo d’intesa con la Regione lo scorso 13 novembre, senza notiziare il Consiglio comunale o il tavolo, approvandolo solo in Giunta, che è l’organo di chi amministra la città. Alla Giunta, per scegliere l’area, devono dare suggerimenti e indicazioni quelli della maggioranza, non l’opposizione».

«Nel protocollo della Regione – insiste il consigliere di Liberi – si parla di individuare una “macroarea” per il nuovo ospedale, ovvero una zona, non un’area ben specifica (le tre aree della Besurica sarebbero una macroarea, così come le due della Farnesiana, nda)». «Sia l’Ausl, che diventerà proprietaria poi dell’area, ad indicare la soluzione migliore». Numerose le contestazioni dell’opposizione. «Si era detto, ai tempi della cancellazione della Lusignani e della Pertite come possibili aree, che i privati avrebbero potuto presentare manifestazioni d’interesse su altre zone della città. Ad un certo punto, è spuntata fuori un’altra procedura. Niente manifestazioni d’interesse, ma possibilità di espropriare le aree. È una procedura che non garantisce trasparenza in questo momento storico». Ancora un ultimo dubbio. «Se è vero che questo sarà l’ospedale del territorio piacentino e non solo della città – riflette Trespidi a nome di tutta la minoranza -, come mai non se ne è mai parlato in nessuna Conferenza Socio-Sanitaria territoriale? Mai è stata espressa una preferenza». Per tutte queste ragioni, l’opposizione non ha espresso una sua posizione sulla possibile sede del nosocomio. «È una scelta che appartiene alla Giunta Barbieri», conclude Trespidi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Treno di pendolari colpito dal carrello di un treno merci, quattro feriti

  • Muore due giorni dopo l'incidente in scooter, tre paesi in lutto per "Bicio"

  • Gazzella dei carabinieri travolta da un'auto durante un controllo

  • A 17 anni scappa dalla polizia e si schianta contro il guard rail

  • Trova tre ladri in casa di notte, fa a botte e ne blocca uno. Arrestato un 31enne clandestino

  • Spunta un quadro nel giardino della Ricci Oddi, è identico al Klimt

Torna su
IlPiacenza è in caricamento