rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Una semplice app informa sul Referendum costituzionale

«Votare Si o NO al prossimo Referendum?  Sul fatto che sia forse la consultazione più importante a cui sono chiamati i cittadini negli ultimi anni sono tutti d’accordo. Ma proprio per la portata della cosa, la complessità della riforma e la delicatezza dell’argomento (nientemeno che la Costituzione), i sondaggi indicano un buon 50% di indecisi. Il Comitato SI  al Cambiamento di Piacenza ha presentato Sabato 15 ottobre  presso la Casa delle Associazioni uno strumento informativo che è una novità assoluta a livella nazionale realizzato da Giovanni Abelli, promotore del Comitato referendario Parma che dice SI: un’App, una di quelle applicazioni, quei comodi bottoncini che ormai tutti scaricano sul telefonino e che ci semplificano la vita in tanti settori. (nelle foto, alcune pagine della App).

Per installarla sul cellulare basta andare su Play store (su Apple store sarà inserita tra pochi giorni) e scaricarla gratuitamente. In due paginette si affrontano in modo semplicissimo non solo i temi della riforma, ma anche e soprattutto le domande che (purtroppo) sembrano essere il vero punto della questione. Per fare un esempio, una delle prime domande e relativa risposta che si trovano sull’App è il fatidico quesito: “Se si vota NO Renzi va a casa?”

Il linguaggio e l’impostazione è davvero semplice e pensato per farsi capire non solo dai giovani disinformati, ma anche dalle nonne e dalle zie: persone che tutti noi giudichiamo tra quelle di più buon senso, ma che non si trovano, diciamo così, a loro agio tra i paroloni della politica (spesso peraltro non necessari).

Digitando “SI o NO” su Play store appare nell’elenco delle App un simbolo chiarissimo, un quadratino che riporta appunto le scritte Si o No. Scaricandola gratuitamente, nella pagina di apertura si trovano solo 4 bottoni, di cui i più importanti sono i primi due: nel primo “SI / NO” si trovano le risposte alle domande più frequenti che si fa la gente; nel secondo, “Nuova Legge”, le illustrazioni sintetiche, e in linguaggio semplicissimo, di tutti i punti più importanti che introduce la riforma della Costituzione. Nel primo bottone si trovano le risposte a domande come “Se voti SI sei a favore del Governo Renzi?  o “Cosa c’entra il Referendum con l’Italicum”; ma anche a domande sostanziali su “Cosa succede se voti Si o NO”. Nel secondo bottone, con parole comprensibilissime, sono spiegati concetti anche difficili, come ad esempio che differenza c’è tra una democrazia in cui quasi tutto passa dal Governo e una in cui è centrale il Parlamento; se davvero con questo Referendum è in pericolo la democrazia, ma anche se è importante mettere ordine tra Stato e Regioni, e abolire il Senato, almeno nella forma in cui esiste attualmente.

Se poi qualcuno vuol inviare una sua foto, un filmato o due righe, può farlo cliccando su “Commenti”.  Ovviamente l’App “SI o NO” non è una novità solo per Piacenza: è una novità assoluta a livello nazionale, visto che può essere scaricata da chiunque. L’idea è quella di infilare nelle tasche degli italiani una sorta di “istruzioni per l’uso”, o meglio  “Il Referendum spiegato con parole semplici”».

Chi è Giovanni Abelli: il creatore della App SI o NO è un giornalista (non iscritto a nessun partito) che per anni è stato addetto stampa del Comune di Parma, poi della Regione Emilia-Romagna e infine produttore e regista di diversi documentari della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Successivamente è stato produttore di programmi di prima e seconda di Mediaset, ma anche collaboratore della RAI. Attualmente coordina la comunicazione di diverse Associazioni sportive e culturali che operano in Italia e nei Balcani. Insieme  a giornalisti e altre persone ha dato vita a Parma al Comitato "SI per l'Italia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una semplice app informa sul Referendum costituzionale

IlPiacenza è in caricamento