«Uno sviluppo più sostenibile per Piacenza», sit in del comitato “Basta logistica”

Il “Comitato Basta Logistica-Piacenza Vuole Respirare” ha organizzato un sit in per sabato 22 dicembre davanti al liceo Respighi contro la nuova logistica

“Accendi la speranza per una Piacenza più vivibile”, questo l’evocativo slogan con il quale il neo costituito Comitato dei Cittadini “Basta logistica –Piacenza vuole Respirare”, in collaborazione con Legambiente, organizza il “sit-in” di informazione e sensibilizzazione della Cittadinanza sabato 22 dicembre alle ore 17 in Piazzale Genova, di fronte al Liceo Scientifico Respighi. Un evento simbolico, l’accensione di un mare di luci  per “illuminare” di speranza Piacenza, che nella sua semplicità, in linea con l’atmosfera natalizia, vuole segnare l’avvio di un percorso di partecipazione attiva e consapevole per chiedere uno sviluppo della città diverso e sostenibile, al quale tutta la cittadinanza è invitata. «Accendere luci di speranza – spiegano i proponenti, insieme a Legambiente - per dire basta ad un nuovo aumento della logistica  significa:

-rivendicare il diritto dei Piacentini alla tutela della propria salute, impedendo l’aggravamento dell’inquinamento atmosferico, già a livelli di record mondiale, chiedendo azioni concrete e misurabili per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo

-indirizzare Piacenza verso una maggiore e nuova cura del suo territorio, la tutela del proprio  prezioso   terreno agricolo e del paesaggio

-uno sviluppo sostenibile ed equo

L’evento  come precisato dagli organizzatori, sarà assolutamente apartitico , e non saranno gradite   presenze di simboli di partito o di organizzazioni politiche o sindacali, il sit in è quindi  rivolto a tutti i cittadini che vogliono partecipare, pacificamente con le proprie famiglie, ad un’azione corale di cittadinanza attiva e responsabile, contro le pretese dei poteri forti e speculativi. Un evento che segue a distanza di una settimana il successo  della raccolta firme sul Pubblico Passeggio e che ancora una volta testimonia il forte interesse e la preoccupazione dei semplici cittadini verso quello che da molti è stato definito lo scellerato proposito di assestare un nuovo duro colpo alla vivibilità di Piacenza e alla qualità della vita dei Piacentini. Ricordiamo infatti che il neo Comitato, costituitosi all’indomani della autorizzazione data dall’Amministrazione Comunale alla Variante urbanistica per un nuovo insediamento logistico di ben 190 mila metri quadrati nell’area ex-Mandelli di Roncaglia, ha raccolto da subito l’adesione non solo dei cittadini della frazione ma di moltissimi piacentini, in questo affiancandosi da subito alla pluriennale battaglia di Legambiente contro il cosiddetto “Bollone” – area agricola a Le Mose inserita nei Piani Urbanistici come possibile zona di espansione  del Polo Logistico attuale [ulteriori 1,3 milioni di mq. che si andrebbero ad aggiungere agli attuali 2,7 milioni]. Basta logistica è quindi più di una legittima richiesta. È un augurio di fine anno per un futuro migliore per noi e i nostri figli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento