Politica

Verso le elezioni a Fiorenzuola, il centrodestra: «Respingiamo al mittente le critiche dei soliti noti della sinistra»

Pezzani, Morganti e Minari: «Con noi sviluppo per favorire nuova occupazione, qualità del patrimonio pubblico, costanza nelle manutenzioni, continuando ad innovare il sistema del welfare. No al puro assistenzialismo della sinistra»

“E’ il momento che i nostri avversari si palesino per quello che sono, ovvero i soliti noti che hanno guidato la città di Fiorenzuola prima del nostro arrivo” è il commento tranchant dei locali referenti dei partiti che sostengono il Sindaco Gandolfi, ovvero Andrea Pezzani (Lega), Massimiliano Morganti (Fratelli d’Italia), Marcello Minari (Forza Italia). “Comprendiamo – prosegue la nota - che il clima elettorale possa esacerbare gli animi, ciononostante auspichiamo un confronto sereno, sulla visione della Fiorenzuola del futuro, sui programmi e sulle cose da fare. Per questo motivo dobbiamo necessariamente 'smascherare' il tentativo di cosmesi elettorale della solita sinistra, che abbandona il colore rosso e per mezzo di una sigla che si pretenderebbe civica si limita a cambiare il nome piuttosto che le proposte politiche, tutte perfettamente in continuità con i 19 anni consecutivi passati alla guida della nostra città, fino al 2016. In questi cinque anni di duro lavoro dell’Amministrazione Gandolfi la città è cresciuta e cambiata, nonché sono state intercettate per il territorio numerose opportunità di sviluppo”. Per Pezzani, Morganti e Minari “la ferma volontà di proseguire in questa esperienza amministrativa ci induce a rimandare al mittente le recenti critiche, figlie di una visione della città che si è già dimostrata perdente, fatta di 'no' a prescindere, tanto che anche in questa fase i soliti noti sono già impegnati in una raccolta firme 'contro' qualcosa e non 'per' qualcosa, osteggiando le opportunità di crescita sinergica perseguibili grazie al contributo dei privati e del mondo imprenditoriale. In buona sostanza – concludono i rappresentanti di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia – riproporremo una idea di sviluppo della città, finalizzata a favorire nuova occupazione, qualità del patrimonio pubblico, costanza nelle manutenzioni,  continuando ad innovare il sistema del welfare contrapponendoci fermamente alla  visione puramente assistenzialista della sinistra. Riteniamo che i Fiorenzuolani sapranno scegliere tra la nostra proposta politico-amministrativa e quella dei sinistri contrari a tutto. Di certo noi saremo in campo, con donne e uomini di  comprovata capacità, per proseguire nella nostra rivoluzione fiorenzuolana”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso le elezioni a Fiorenzuola, il centrodestra: «Respingiamo al mittente le critiche dei soliti noti della sinistra»

IlPiacenza è in caricamento