Vertice di maggioranza: per ora niente rimpasti in Giunta

Confronto tra i partiti del centrodestra cittadino dopo il rischio ribaltone durante l’approvazione del bilancio. Rimane il gelo con i Liberali

FOTO DI REPERTORIO

Hanno rischiato di andare “tutti a casa” per aver preso sotto gamba la discussione finale sul bilancio, per questo era doveroso riunirsi attorno allo stesso tavolo e discutere. Il centrodestra cittadino, dopo aver strappato per un voto l’approvazione del bilancio 2020 in Consiglio comunale, ha pensato bene di ritrovarsi. In una riunione delle scorse ore, definita "costruttiva" da alcuni partecipanti, i segretari di tutti i partiti – Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia – più un rappresentante per ogni gruppo consiliare (con anche i parlamentari Pietro Pisani, Elena Murelli e Tommaso Foti) si è confrontato sul da farsi.

Sul bilancio, tranne l’astensione (già nell’aria) del leghista Nelio Pavesi, non ci dovevano essere particolari ostacoli. Però l’Amministrazione Barbieri se l’è vista brutta, salvata in corner proprio da Antonio Levoni, consigliere dei “Liberali Piacentini”, con cui da tempo si fatica ad andare d'accordo. Liberali che erano pure assenti al vertice di maggioranza. Ma di cosa si è discusso al vertice? I più maligni potrebbero pensare a un nuovo rimpasto di Giunta. D’altronde le Europee e le Regionali hanno mostrato che ci sono partiti più in salute (Lega e Fd’I) e altri in caduta libera (Forza Italia). Oltre al fatto che non tutti nella squadra del sindaco convincono.

Far entrare un consigliere del Gruppo Misto in Giunta? Non rafforzerebbe il centrodestra in aula. Nominare Levoni assessore? Si rischierebbe di minare la coesione del gruppo. Comunque non ci sarebbe la necessità di blindare i numeri in aula, che non preoccupano (a patto di non cadere in nuovi scivoloni come avvenuto sul bilancio), avendo il centrodestra dalla sua 22 dei 33 consiglieri. Ma i Liberali sono una vera spina nel fianco, e creano diversi imbarazzi – l’ultimo è la proposta di intitolare una via a Bettino Craxi - all’attività dell’Amministrazione, molto più dell’opposizione. Le critiche interne fanno più male di quelle del Pd, di Trespidi o di Rabuffi. Proprio perché vengono dall’interno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non sembra però profilarsi all’orizzonte un rimpasto di Giunta. Per ora si va avanti con gli attuali assessori che manterranno le solite deleghe. Però si è parlato di una “verifica di Giunta”, in programma per il prossimo aprile, in cui il sindaco Barbieri intende “valutare i risultati degli assessori”. Una forma per mantenere tutti sull’attenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • "Litigano" su Twitter, poi s’incontrano a Piacenza e ora convolano a nozze

  • Spostamenti tra regioni e viaggi: cosa si può fare (e cosa no) da oggi 3 giugno

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

Torna su
IlPiacenza è in caricamento