menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
l'immobile abbandonato in via X Giugno

l'immobile abbandonato in via X Giugno

Via X Giugno, Opizzi: «Abbiamo alcune idee per il recupero dell’immobile»

L’assessore all’urbanistica difende l’Amministrazione da alcune critiche sui social per lo stato di fatiscenza dell’area privata: «Speriamo nella collaborazione dei proprietari per il recupero, ci stiamo lavorando con il sindaco»

«Via X Giugno. Sporcizia, topi, vegetazione spontanea non gestita, ponteggio pericolante. Una situazione di abbandono che dura da anni. Amministrazioni impotenti o inadempienti. Questa struttura fatiscente e sporca confina con gli uffici dell’Usl». Un post di un piacentino su Erika Opizzi-9una pagina Facebook richiama l’attenzione della cittadinanza su un problema arcinoto e discusso altre innumerevoli volte: lo stato fatiscente dell’immobile di via X Giugno, abbandonato dal 2008, in passato sede di un’azienda tessile e anche di una concessionaria d’auto. Il post, con qualche critica all’attuale Amministrazione, ha suscitato però, in questo caso, la pronta replica dell’assessore all’urbanistica Erika Opizzi. «Scusate – ha postato l’assessore su Facebook - se mi permetto: l’impresa (che ha sede in via Colombo, ndr) ha un regolare permesso di costruire (non rilasciato da questa amministrazione) per fare uffici che scade a settembre. Quindi non è vero che non ci si sta lavorando. Anzi la questione è più che attenzionata (cioè stiamo studiando una soluzione vedremo se funzionerà). Per la pulizia e la sicurezza o sistemano o sicuramente si vedranno notificata un’ordinanza. Per il resto vediamo cosa possiamo fare. Comunque abbiamo già qualche idea e con il sindaco ci sto lavorando». Stuzzicata dai commenti di altri utenti del più utilizzato social, l’assessore fornisce qualche altra informazione in più, quando una utente suggerisce di demolirlo al più presto. «Se si potesse – risponde Opizzi – magari... Vediamo se riusciamo nella stessa operazione dello scheletro di cemento dietro al Galassia. Però il privato dovrà collaborare. Altrimenti tutto è difficile. Non posso andare a casa delle gente con la ruspa. Soprattutto quando hanno “le carte in regola”. Se l’immobile fosse del Comune sarebbe altra storia».

via X Giugno-4

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento