I vigili del fuoco al nuovo Governo: «Equiparateci alle forze di polizia»

Ritorna a galla la richiesta del sindacato Conapo al nuovo Governo in materia di retribuzione e pensioni

Occorre modificare il punto 23 del programma di Governo tra Pd e Movimento 5 Stelle, sui Vigili fuoco. Così il Conapo, sindacato autonomo dei vigili del fuoco in una nota inviata al Premier incaricato Giuseppe Conte, al capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio e al segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti. «Esiste una ingiusta sperequazione che da troppo tempo penalizza i Vigili del fuoco e che tutti – spiega Massimiliano Clini Segretario provinciale di Piacenza del Conapo – a parole dicono di voler risolvere ma che puntualmente passa in secondo piano nei governi. Ecco perché chiediamo rispetto per i Vigili del fuoco attraverso il chiaro inserimento della risoluzione sin da subito nel programma di governo, come del resto era stato fatto dal precedente esecutivo a chiare lettere». Secondo il sindacato Conapo, conclude Antonio Brizzi Segretario Generale, le misure di equiparazione retributiva e pensionistica dei Vigili del fuoco (rispetto alle forze dell’ordine) comporterebbero un «impegno di spesa di 216 milioni di euro all’anno come recentemente calcolato dai competenti uffici del Ministero dell’Interno su incarico del Ministro Matteo Salvini e del sottosegretario Candiani».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Investito da una fiammata, gravissimo

  • Raduno del Secondo Raggruppamento Alpini, come cambia la viabilità

  • In bilico sul viadotto dell'A21, i poliziotti della Stradale lo salvano appena in tempo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento