Torre: «Centro storico navigabile e demolizione di tutte le auto in divieto di sosta»

Stefano Torre risponde ai cinque quesiti posti ai candidati sindaco dall'associazione "Vita in Centro"

Stefano Torre

Anche il candidato sindaco Stefano Torre (lista “Torre sindaco”) risponde all’associazione “Vita in Centro”. 

1) ZTL- Nel suo programma è prevista la revisione dell'attuale ZTL? In caso affermativo, in che modo e attraverso quali forme intende attuarle riguardo ad estensione, modalità, orari di accesso e di transito (per es esempio pedonalizzando)?

risposta:

Io intendo rivoluzionare il centro storico rendendo navigabili la gran parte delle strade. Ciò cambierà radicalmente il centro storico della città e farà saltare tutte le regole del gioco: dai sensi unici alle auto che girano in centro…

2) ARREDO URBANO E SICUREZZA - La qualità urbana e la sicurezza possono essere raggiunte attraverso interventi coordinati con attenzione allo spazio pubblico, all'arredo, ai percorsi urbani, all'illuminazione e alla presenza di forze dell'ordine. Come pensa di operare sia nel medio periodo sia con riguardo all'emergenza contingente?

Mettete assieme le pere con il pesce fritto! Arredo urbano e sicurezza sono due cose distinte e che ben poco c’azzeccano! Io per la sicurezza penso di usare l’armata rossa che mi metterà a disposizione l’amico Putin, 24 ore su 24 di sicurezza assoluta e militarizzata, magari con qualche carro armato. Quel che ci tengo a dire è che sarà l’esercito russo a garantirla! Quello italiano non è abbastanza determinato! Tolleranza zero! Inoltre intendo costruire un muro al confine con Caorso e Pontenure, poiché il mio staff mi dice che i profughi arrivano tutti da là. Ovviamente pagherà il sindaco di Pontenure! Abolizione del corpo dei vigili urbani che verranno trasferiti in un nuovo corpo d’elite di guardia scelta del sindaco, il cui compito sarà quello di affiancare l’armata rossa per il controllo dell’ordine pubblico e della sicurezza. I vigili urbani si sono trasformati in uno strumento per fare cassa, una sorta di braccio armato del comune per estorcere denaro ai cittadini. Spesso lo fanno in modo illegittimo, sfruttando pieghe dei regolamenti comunali che penalizzano i cittadini più deboli. Tutto questo deve finire!

3) PARCHEGGI E DESERTIFICAZIONE COMMERCIALE - Come intende incentivare la permanenza di attività commerciali e l’avviamento di nuovi esercizi nella zona nel centro storico? Nell’attesa del parcheggio di piazza Cittadella prenderà in considerazione la creazione di altri posteggi a ridosso del centro storico con particolare riferimento alla zona nord-ovest della città (zona piazzale milano-piazzale torino)? Ritiene sufficiente l'attuale offerta di parcheggi che serve il centro città?

risposta:

Il parcheggio di piazza Cittadella? Io sinceramente credo che sia più probabile realizzare il vulcano di Borgoforte rispetto al parcheggio che voi dite! Certo che se si vuole far vivere il centro ci vuole un posto per infilare le macchine! Valuteremo come utilizzare le aree demaniali che pare saranno messe a disposizione del comune .. ma i parcheggi vanno fatti! A Venezia, città cui tenderemo ad assomigliare, i parcheggi ci sono e in centro non si può andare in macchina, nemmeno i ministri o gli alti papaveri possono farlo!

4) TURISMO-  La mostra sul Guercino ha generato entusiasmo ed interesse con una ricaduta estremamente positiva sulla città. Intende dare continuità a questo genere di eventi e, magari, promuovere una strategia di marketing urbano e territoriale che sappia mettere in rete le eccellenze di Piacenza (artistiche, storiche, prodotti enogastronomici...)?

risposta: 

Certamente, intendo fare in modo che il marchio Piacenza superi in notorietà quello del Made in Italy. Faremo un point a Mosca dove, siccome i prodotti piacentini sono sotto embargo e non possono arrivare, venderemo prodotti piacentini…fatti in Russia…esattamente come Eataly. Se lo fa Farinetti vuol dire che è un buon marketing .. non vi pare? Vogliamo fare un vinodotto per distribuire il vino nelle case ed aumentare così il consumo dei vini piacentini! In ogni caso non commetteremo errori madornali come quello di legare la pizza industriale alla enogastronomia di eccellenza della nostra città, un errore fatto durante expo che ci costerà caro per anni ed annorum. Il marketing territoriale è una cosa seria… il comune deve impegnarsi a coordinare i tanti soggetti coinvolti, e deve comunque essere la città a muoversi per realizzarlo. Vero è che cercare di spiegare Torresindaco è triste come spiegare le barzellette ma….Una cosa ci tengo a dire: La redditività non è l’unico modo per valutare il successo della politica, un comune non è una impresa commerciale e la politica non è business. Bisognerebbe tenere presente che è compito della politica lavorare per migliorare la vita dei cittadini, la qualità della loro vita ed il loro grado di felicità. Mi pare che l’impostazione dei miei avversari sia totalmente diversa. In ogni caso sono consapevole che investire in cultura è molto redditizio, soprattutto sull’indotto. Ma è solo un effetto collaterale! Prima Piacenza per me significa migliorare la vita dei piacentini.

5) PIAZZA CAVALLI (PARCHEGGI ED EVENTI) - Se diventerà Sindaco adotterà misure restrittive riguardo il transito e il parcheggio in Piazza Cavalli nelle serate del fine settimana? Quale è la sua posizione riguardo il genere di utilizzo della Piazza in occasione degli eventi?

Risposta:

Si, adotterò misure restrittive. Sto pensando alla demolizione coatta delle auto che sostano in divieto in piazza Cavalli! Anche se, vi è da dire, che dopo aver reso il corso, e tante altre vie, navigabili, raggiungere piazza cavalli in automobile sarà impossibile…e non ci si porrà più il problema! Desidero poi dire che l’indecoroso utilizzo di gonfiabili ed altri ingombranti ma stupendi oggetti di plastica colorata, è offesa dalla presenza sullo sfondo di quel palazzo incompleto e vetusto che è il Gotico. Sinceramente vedo di buon occhio l’idea di abbatterlo per evitare certe cacofonie visuali. A meno che non si cambi registro…e si punti su eventi compatibili con la bellezza monumentale di piazza Cavalli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento