"Voto arcobaleno", l'Atomo Arcigay Piacenza e i candidati del territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Domenica 4 marzo 2018 i cittadini italiani saranno chiamati alle urne per rinnovare i due rami del Parlamento della nostra Repubblica. Andiamo a votare! La nostra Associazione, da sempre legata al dibattito politico come fonte d’incontro e conoscenza sul futuro e lo stato dei diritti, ha provveduto a mandare a tutti i candidati locali del collegio 4 della Regione EmiliaRomagna, una piattaforma programmatica #VotoArcobaleno (https://votoarcobaleno.arcigay.it/lapiattaforma/) di Arcigay nazionale. Vogliamo ci sia all’interno del dibattito politico anche il tema dei diritti LGBT+, e tutte le risposte (o non risposte) dei candidati contattati verranno inserite sul sito della piattaforma online, rendendo nota la cittadinanza quali tra i candidati siano più favorevoli e disposti a spendersi per i diritti civili, ancora di là dall’essere pienamente raggiunti tra cui: il matrimonio parificato per coppie etero e omosessuali, superando le unioni civili; una riforma della legge 184 sulle adozioni, estendendole ai single e a coppie dello stesso sesso; una legge contro l’omobitransfobia, cioè contro l’odio per orientamento sessuale e di genere; una riforma della legge 40, sull’estensione della fecondazione eterologa alle donne single e alle coppie di donne; una depatologizzazione dell’identità trans nei servizi pubblici e privati, in nome dello stato di diritto.

Direttivo L’Atomo Arcigay Piacenza

Torna su
IlPiacenza è in caricamento