rotate-mobile
Politica

Zandonella: «I primi 45 giorni di Tarasconi sono da dimenticare»

Il consigliere comunale leghista: «Dalla pastasciutta antifascista al cambio dell’area dell’ospedale passando per il “caso Pallavicini”, tanta demagogia e poca concretezza nelle prime azioni della Giunta»

Parte dalla partecipazione del sindaco Katia Tarasconi alla "Pastasciutta Antifascista" a Gattatico (Reggio Emilia) il 27 luglio la critica di Luca Zandonella, consigliere comunale della Lega, all’Amministrazione comunale. «Ritengo - inizia la nota Zandonella - che la presenza in territorio reggiano a questo evento dovesse essere fatta a proprie spese e non con l’auto ed autista comunale, pagati da tutti noi. Visto che nei primi giorni di mandato il sindaco ha addirittura affermato che l'unità cinofila anti-droga della Polizia Locale graverebbe sulla comunità con la prospettiva di darlo in adozione, mi sarei aspettato una uniformità di trattamento nelle varie spese comunali, tra cui rientrano anche le trasferte».

«Purtroppo - continua il consigliere del Carroccio - questo inizio di mandato è stato caratterizzato da tanta demagogia e poca concretezza: basti ricordare il voler introdurre il "linguaggio sessuato", l'entusiasmo dell'annuncio per il posizionamento di panchine arcobaleno in città e per l'adesione alla rete Ready, il pessimo inizio dell'assessore allo sport nei rapporti verso alcuni tifosi del Piacenza Calcio, la presunta solidarietà da parte di membri della Giunta comunale verso Pallavicini dove non è ancora chiaro chi abbia mentito e - per finire - il voler cambiare a tutti i costi l'area del nuovo ospedale nonostante l'Ausl abbia certificato un aumento della tempistica di almeno cinque mesi (oltre ai costi ulteriori per il nuovo progetto)». «Spero - conclude Luca Zandonella - che questi primi 45 giorni, pieni di argomenti ideologici e poco utili ai cittadini, finiscano presto in soffitta e che si inizi a lavorare concretamente e velocemente per il bene di Piacenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zandonella: «I primi 45 giorni di Tarasconi sono da dimenticare»

IlPiacenza è in caricamento