Zanelletti: "Palmizio dimentica cosa Forza Italia ha fatto insieme al Pd"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

"A sentire Elio Massimo Palmizio (coordinatore provinciale di Forza Italia) pare che non sia digeribile la candidatura di Massimo Trespidi a Sindaco di Piacenza, tanto che il veto posto da Palmizio sia irrevesibile. Certamente il coordinatore di Forza Italia non poteva mettere il veto solo per partito preso per cui ha dovuto tirare in ballo la storia che l'area politica di Trespidi ha votato SI all'ultimo referendum e con cio' farlo passare come oppositore alle linee politiche di Forza Italia. Facile dedurre, secondo  idea palmiziana, l'accostamento di ideali fra Trespidi e la sinistra di Renzi. Palmizio pero' dimentica che per il No ha votato la sinistra di Bersani (tanto per rimanere a Piacenza) protagonista politico di levatura nettamente piu' "pesante" di Trespidi con cui Forza Italia non ha disdegnato di andare a braccetto. Sortita alquanto infelice quella di Palmizio dimentica del patto del Nazareno, della legge Fornero e dell'ultima alleanza con personaggi come D'Alema sul referendum"

.
Vincenzo Zanelletti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento