rotate-mobile
Politica

Zanelletti: «Perché non puntare su Trespidi?»

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Vincenzo Zanelletti (ex Lega Nord)

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«Naturalmente Papamarenghi - segretario provinciale di Forza Italia - fa il proprio mestiere sollevando dubbi sulla candidatura a sindaco di Piacenza di Massimo Trespidi, che ricordiamo essere stato Presidente della Provincia di Piacenza. Noi, a differenza di Papamarenghi, intendiamo valutare Trespidi non secondo l'area politica di appartenenza, forse riconducibile ad una mite moderazione, ma ricordando che anche Forza Italia si è prestata al “patto del nazareno” come abbiamo visto altri votare la legge Fornero da gente che oggi ci vorrebbe far credere il contrario.

Trespidi per noi è uomo “amministratore”: quello pratico, pragmatico, concreto che nel 2012 non rinnova, ma blocca e manda a quel paese i contratti di affitto di circa 750.000 euro/anno che la Provincia di Piacenza aveva sul “gobbo” da circa un decennio con Borgo Faxhall. Un contratto, stipulato dalla sinistra, costato quasi 8 milioni di euro e buttati al vento perchè superiori all'eventuale mutuo per l'acquisto. In parole povere se la sinistra avesse comprato, invece di affittare, avremmo speso meno e saremmo proprietari dei muri.

Trespidi manda pure al diavolo un altro affitto, di circa 250.000 euro/anno, presso il Palazzo dell'Agricoltura in via Colombo e riporta tutti quegli uffici, sparpagliati qua e là, nella proprietà della Provincia. Totale: un bel milioncino/anno, che moltiplicato per i cinque anni che ci separano dal 2012, ci dice che Trespidi ha fatto risparmiare ai cittadini dieci miliardi di vecchie lire, e che ci farà risparmiare ulteriormente nel futuro chissà quanti altri miliardi, al contrario di quel che sarebbe successo con la continuità amministrativa della sinistra.

Papamarenghi invece di mettere in dubbio il pensiero politico di colui che è stato capito da noi - per i fatti concreti appena citati -  dovrebbe invece scagliarsi sull'operato di quella sinistra che sempre a Borgo Faxhall ha deciso di rinunciare alle tasse mai pagate dal costruttore di quella struttura, motivando svariate “inadempienze” da parte del comune di cui non ci è dato sapere l'analisi delle responsabilità.

Siamo convinti che al mondo esista sempre qualcosa di meglio o di peggio; Trespidi ha dimostrato di essere in grado di amministrare bene, di sapersi imporre, e di saper organizzare il risparmio per i cittadini, mettendo d'accordo la Lega, AN, i Liberali e la stessa Forza Italia, dimora certamente importante per lo stesso Papamarenghi...Il resto fa parte di quel gioco politico legato alla distribuzione di seggiole, che in tempo di miseria stride con le problematiche della gente e quindi, per noi, meglio è andare al sodo e senza indugi con Trespidi... e perchè no?!?».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zanelletti: «Perché non puntare su Trespidi?»

IlPiacenza è in caricamento