«Zolla non sfruttata e strapagata. Expo è stata un’occasione sprecata»

Erika Opizzi e Tommaso Foti (Fratelli d'Italia) prendono posizione: «La zolla è l'emblema del fallimento dell’Ats e di questa giunta, più avvezza ad apparire e sprecare che a realizzare qualcosa che davvero sia utile per la città. La promozione del territorio è stata inadeguata»

Tommaso Foti ed Erika Opizzi

Sulla questione "Sistema Piacenza” intervengono i consiglieri di Fratelli d’Italia Erika Opizzi e Tommaso Foti. «Per primi – spiegano Opizzi e Foti in una nota - avevamo sostenuto che il "Sistema Piacenza" così come concepito era solo un crogiolo di buone intenzioni e pochi fatti. Si parlava di fare “sistema” per portare sviluppo alla nostra città, ma gli unici progetti concreti che sono stati realizzati sono stati di fatto "Piacenza Experience", sito che fin da subito è apparso insufficiente ed inadeguato per la promozione del territorio, e la famigerata e oramai abbandonata zolla. Ricordiamo che il tutto è costato un capitale e che il Comune ha investito decine di migliaia di Euro».

«Ricordiamo che fin da subito abbiamo respinto le solite pretestuose accuse di essere capaci di criticare e basta e ricordano le loro proposte e sollecitazioni avanzate all’amministrazione: abbiamo elaborato e portato avanti una mozione volta alla promozione turistica del territorio attraverso percorsi tematici, la Piacenza “delle chiese”, "dei teatri", "da gustare” ecc. attraverso l’utilizzo di autobus dedicati, che sarebbero dovuti partire dalla stazione. Si ricorda che tale mozione è stata approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale tuttavia - continuano i consiglieri - tale progetto non è stato attuato dalla giunta Dosi».

«Il fallimento della nostra partecipazione all’expo” - chiosano  - è dovuta, a nostro avviso, alla volontà di realizzare più che altro numerose conferenze stampa da parte proprio dell’agenzia di scopo e dell’amministrazione per il fantomatico lancio di mirabolanti idee. Tuttavia ogni suggerimento, come poteva essere quello oggetto della nostra mozione, è stato messo da parte senza troppe spiegazioni. O meglio si diceva che “mancavano i soldi”. E’ stato poi sintomatico il fatto che, durante il periodo dell’Esposizione, in stazione non è stato allestito nessun punto informativo per i turisti che si recavano a Piacenza. Quando in Consiglio si facevano presenti tutti questi piccoli aspetti, all’apparenza banali, da parte della giunta c’era l’assoluto mutismo”.

I Consiglieri non risparmiano critiche nemmeno al Presidente dell’ATS Ferrari. «È stato convocato in Commissione al fine di relazionare più volte sull’argomento e chiarire come ATS ha speso i soldi dei piacentini, ma non si è mai presentato! Adesso si lamenta».

Infine la questione “zolla”. «È l’emblema del fallimento dell’ATS e di questa giunta, più avvezza ad apparire e sprecare che a realizzare qualcosa che davvero sia utile per la città. La reazione del Sindaco poi, in merito, sinceramente non ci stupisce. Abbiamo sprecato tanto denaro dei cittadini per un’opera di dubbio gusto posizionata in un’area di EXPO (Piazza Italia) per niente sfruttata e strapagata. Una zolla vuota e povera di contenuti, un palco vuoto adatto solo a conferenze stampa e a foto di rito, di sicuro non attrattiva per aziende di altri territori e turisti che continueranno a preferire Parma ed ignorare Piacenza».

Così dunque i consiglieri concludono: «E’ proprio il caso di dire che EXPO è stata sotto ogni punto di vista  l’ennesima occasione sprecata grazie all’amministrazione di sinistra piacentina».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento