menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Guglielmo Zucconi

Guglielmo Zucconi

Zucconi: «Basta con l’ipocrisia, l’ora di religione a scuola andrebbe cambiata»

Le polemiche sul caso di Rozzano entrano anche in consiglio comunale. Il consigliere del Gruppo Misto: «Ci ricordiamo solo a Natale di essere cattolici, ma il 95% degli italiani non va in chiesa». Daniel Negri (Pd): «Scelta sbagliata quella del preside, no a questo laicismo occidentale»

L’eco delle polemiche sul preside di Rozzano sono arrivate anche in consiglio comunale a Piacenza. Durante le comunicazioni sulla seduta del 30 novembre, è per primo il capogruppo del Pd Daniel Negri a intervenire sul tema. «Ritengo una scelta sbagliata quella del preside di Rozzano. Questo tipo di ragionamenti fanno un pessimo servizio alle altre fedi. I musulmani hanno preso le distanze da queste prese di posizione. Spostare la religione nella sfera privata va contro anche a loro che subiscono così intolleranze. Questa “filosofia” porta a una spirale inarrestabile: altre società occidentali come la Francia hanno promosso un laicismo occidentale che abbiamo visto a cosa ha portato». «Condivido Negri – ha dichiarato Massimo Polledri (Lega Nord) -. Sono discussioni che dovremmo affrontare, soprattutto in questa stagione di attentati, dolore, mancata sicurezza».

«I media – ha detto Andrea Gabbiani del Movimento 5 Stelle - hanno strumentalizzato il caso di Rozzano. C’è uno sciacallaggio politico sulle parole del preside, che sono state riportate male. Salvini sta sfruttando il caso: la politica si fa pubblicità attraverso i bambini». Intervento duro quello del consigliere del Gruppo Misto Guglielmo Zucconi. «Salvini è un fenomeno – ha tuonato Zucconi -, è andato a tirare fuori il presepe a Rozzano apposta. Ma la maggioranza degli italiani è laica, anche se abbiamo vergogna di dirlo. Solo il 5% di persone battezzate frequenta la Chiesa, il 95% non ci va. Siamo ancora un popolo cattolico? Ce lo ricordiamo solo a Natale. La scuola non deve celebrare il Natale ma essere didattica. E se l’ora di religione ci deve essere per forza, che sia un’ora dedicata a tutte le religioni. Basta con questa ipocrisia. Ci sono politici che si ricordano solo in questo periodo di essere paladini delle tradizioni e della fede. Ci stiamo facendo prendere in giro e sono stanco di far parte di una maggioranza silenziosa: è ora di avere un moto d’orgoglio».

Maria Lucia Girometta (Forza Italia) ha preso le distanze. «L’intervento di Zucconi non mi trova d’accordo. È vero che lo Stato non è confessionale, ma sfido chiunque a dire che la dottrina non sia stata utile per i nostri figli». «Me ne frego – ha poi gridato in aula Marco Tassi (Pdl) - di quello che si dice. La religione cristiana deve rimanere nelle scuole. È inaccettabile sentire parlare Zucconi di un’ora di tutte le religioni a scuola».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento