rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
IlPiacenza

Saggio dei corsi di propedeutica musicale del coro farnesiano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Non solo la vista è stata recentemente stimolata e coinvolta dagli splendidi affreschi dell' ex chiesa di san Vincenzo: lo scorso 4 maggio infatti, la prestigiosa sala dei Teatini ha fatto risuonare brani monodici e a più voci intonati da bambini e ragazzi dai cinque ai quindici anni, durante il consueto saggio finale annuale dei corsi propedeutici del Coro Farnesiano. Sul palco dell'auditorium, alla presenza di un pubblico numeroso ed attento, tutti i coristi hanno dimostrato bravura, preparazione nonché fiducia verso il percorso musicale ideato dal Maestro Roberto Goitre e sviluppato dall'infaticabile e professionale Maestro Mario Pigazzini che da trentacinque anni trasmette con entusiasmo, passione e dedizione a generazioni di bambini quel "patrimonio di enorme valore formativo, educativo e di socialità di cui tutti possono essere partecipi mediante lo strumento più naturale: la voce" (R.Goitre). Ecco, in sintesi, il programma del concerto: inizialmente i piccoli dai cinque ai sette anni che hanno frequentato rispettivamente l'anno propedeutico, il primo e secondo corso, hanno cantato anche a più voci, accompagnandosi con piccoli strumenti percussivi, brani accattivanti ma utili alla formazione musicale vocale. E' stato poi il turno dei bambini di otto anni del terzo corso, assai applauditi ed incoraggiati perché proprio loro, dopo una prova di verifica delle competenze musicali acquisite, diventeranno le "nuove leve" del coro di Voci Bianche e inizieranno il vero e coinvolgente percorso dell'attività corale. Non è mancato un momento di lezione aperta, in cui il Maestro Pigazzini, ha guidato Voci Bianche e alunni del terzo corso in un complicato esercizio di lettura chironomica a più voci. Il sicuro gesto della mano del Maestro ha indicato ai coristi pronti e ben educati nel metodo del "Cantar leggendo" non solo l'agogica, ma anche l'andamento ascendente e discendente della melodia, composta anche di intervalli di difficile intonazione, come ha dimostrato l'esecuzione di un simpatico esercizio cromatico eseguito a canone. Non è mancata l'esibizione delle esperte Voci Bianche che hanno suscitato grandi emozioni oltre che apprezzamenti ed applausi convinti da parte del pubblico presente con l'interpretazione di brani allegri e vivaci di musica profana. Decisamente brave, preparate, empatiche e coinvolgenti Benedetta Caselli e Domenica Cifariello, insegnanti dei vari corsi. Applausi e complimenti al Maestro Pigazzini che con la sua infaticabile opera didattica e divulgativa in ambito musicale segue non solo le Voci Bianche ma anche quelle dei Cori Giovanile e Misto, raccogliendo ovunque consensi e riconoscimenti. Un arrivederci quindi al prossimo anno, che si spera veda numerosi nuovi bambini curiosi di fare musica cantando. " … E allora, perché non diamo al canto corale il giusto posto nelle graduatorie dei mezzi educativi, degli svaghi e delle attività di gruppo? … " (Roberto Goitre)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saggio dei corsi di propedeutica musicale del coro farnesiano

IlPiacenza è in caricamento