Salute

Emilia-Romagna prima in Italia per efficienza del sistema sanitario

La regione guida la classifica nazionale stilata dall'istituto Demoskopika sulla base dell’Indice di performance sanitaria, con otto indicatori valutati. “Un traguardo conseguito anche grazie a tutti coloro che lavorano nella nostra sanità per garantire questi livelli di assistenza”

Emilia-Romagna prima in Italia per efficienza del sistema sanitario. A sancirlo, l’Istituto Demoskopika, che ha condotto l’indagine per il terzo anno consecutivo rendendo noti i risultati oggi.

“Non possiamo che essere orgogliosi di questo risultato- sottolinea l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi- che premia l’impegno di questa Regione per assicurare ai cittadini strutture e servizi sempre migliori. E, al tempo stesso, rende merito al lavoro svolto dai professionisti del nostro sistema sanitario, operatori, infermieri, medici e dirigenti, a cui va il mio personale ringraziamento”.

L’analisi è stata realizzata sulla base del cosiddetto Indice di performance sanitaria, che tiene conto di molteplici indicatori: soddisfazione sui servizi sanitari, mobilità attiva e passiva, risultato d'esercizio, disagio economico delle famiglie per spese sanitarie “out of pocket”, spese legali per liti da contenzioso e da sentenze sfavorevoli, costi della politica e speranza di vita. E l’Emilia-Romagna guida appunto la classifica delle Regioni, di cui solo 6 vengono considerate “sane”.

“Un’ulteriore prova che quando parliamo di un sistema sanitario d’eccellenza- aggiunge Venturi- lo facciamo a ragion veduta e non ce lo diciamo da soli. Questo riconoscimento, dunque, conferma che la strada imboccata è quella giusta, ma non ci fermiamo qui. Continueremo ad investire per ammodernare, ristrutturare e aprire nuovi ospedali, realizzare altre Case della Salute e acquistare nuove apparecchiature diagnostiche. E continueremo a rafforzare il personale del sistema sanitario pubblico, portando avanti quel piano che soltanto negli ultimi due anni ci ha permesso di assumere 5.000 persone a tempo indeterminato. Lo abbiamo detto dal primo giorno- chiude Venturi- che lavorare per una sanità sempre più efficiente sarebbe stata, assieme alla creazione di nuova e buona occupazione, una delle nostre priorità. Risultati come questo ci spronano a fare, per il futuro, ancora meglio e ancora di più”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emilia-Romagna prima in Italia per efficienza del sistema sanitario

IlPiacenza è in caricamento