rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
social

"App tossiche", la generazione Z sempre più lontana dai social

I giovanissimi nati tra il 1995 e il 2010 prendono sempre più le distanze dalle "tossiche" e "ossessive" applicazioni social, tra cui TikTok e Instagram, per riprendere il controllo del loro tempo

Conosciuti per restare incollati ore ed ore davanti ai propri smartphone, gli Zoomers o Generazione Z - i giovanissimi nati tra il 1995 e il 2010 - prendono sempre più le distanze dalle "tossiche" e "ossessive" applicazioni social, tra cui TikTok, Facebook e Instagram, per riprendere il controllo del loro tempo.

Secondo un recente sondaggio commissionato dalla banca di investimento Piper Sandler, solo il 22% degli intervistati di età compresa tra i 7 e i 22 anni ha indicato Instagram come la propria app preferita, in calo rispetto al 31% nella primavera del 2020.

Tanti i giovani che hanno raccontato il sollievo successivo provato dopo la cancellazione di queste app, sia dal punto di vista del benessere personale sia della vita sociale. Inoltre, secondo un rapporto del Wall Street Journal dell'anno scorso, Facebook ha scoperto che Instagram è dannoso per le ragazze adolescenti e aggrava i problemi riguardanti l'immagine del corpo, l'ansia e la depressione, ma la società ha minimizzato la valenza dello studio interno.

Fonte: ANSA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"App tossiche", la generazione Z sempre più lontana dai social

IlPiacenza è in caricamento