social

La Repubblica italiana spegne 77 candeline

Il 2 giugno il Bel Paese festeggia la nascita della repubblica costituzionale. Scopriamo le origini di questa data e le tradizionali celebrazioni

L'Italia s'è desta e spegne 77 candeline. Come da fonte del Ministero della Difesa, la Repubblica italiana nacque il 2 giugno 1946: il referendum popolare indetto per scegliere la forma istituzionale dello Stato e per eleggere i rappresentanti dell’Assemblea Costituente segnò l’inizio della vita dell’Italia Repubblicana. Pochi giorni dopo, il 28 giugno, veniva eletto il primo Presidente con il titolo di Capo provvisorio dello Stato ed iniziarono i lavori dell’Assemblea Costituente che il 22 dicembre 1947 approverà la nuova Costituzione.

Dal 1948 in via dei Fori Imperiali a Roma, si tiene una sfilata militare in onore della Repubblica. La cerimonia attuale prevede la deposizione di una corona d'alloro al Milite Ignoto, simbolo di tutti i caduti in guerra e che non sono mai stati riconosciuti, all'Altare della Patria, cui segue la parata militare alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

Uno dei momenti più attesi e spettacolari della parata rimane quello dell'esibizione delle Frecce Tricolori: dieci aerei, di cui nove in formazione e uno solista, compongono la pattuglia acrobatica più numerosa del mondo.

Per l'occasione quest'anno, il Ministero della cultura ha deciso di dare libero accesso ai musei, alle aree e ai parchi archeologici ed ai complessi monumentali di pertinenza statale, inclusi, in assenza di un percorso espositivo separato e di un biglietto distinto, gli spazi in cui sono allestite mostre o esposizioni temporanee.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Repubblica italiana spegne 77 candeline
IlPiacenza è in caricamento