rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
social

Presentato lo spumante Perbolla, per un brindisi solidale

L’azienda agricola sociale I Perinelli dà lavoro a dieci persone con disagio psichico. I prodotti sono sui mercatini di Natale e al mercato contadino di Piacenza e consegnati anche a domicilio

Questa mattina, presso la casetta di Campagna Amica ai mercatini natalizi di piazza Cavalli, la cooperativa agricola sociale I Perinelli ha presentato il nuovo nato della sua produzione vitivinicola: lo spumante metodo classico Perbolla. Per i Perinelli erano presenti la responsabile Beatrice Rebecchi con Davide Reggi, il responsabile di Campagna Amica di Coldiretti Valerio Galli, l’assessore al Commercio Stefano Cavalli e il giornalista ed esperto di vini Giorgio Lambri.

Il Perbolla, è stato spiegato nel corso della presentazione, nasce da uve Chardonnay e Pinot nero da coltivazione biologica raccolte dai vitigni dell’azienda agricola esposti a ovest, e si è poi affinato sui lieviti per 36 mesi. Tutti i passaggi della produzione - dalla coltivazione dell’uva alla pressatura, dalla fermentazione al remuage, dalla sboccatura fino all’etichettatura – sono state realizzate dai lavoratori e dalle lavoratrici dei Perinelli sotto la guida di un enologo esperto.

«Ci stiamo specializzando in ogni fase della produzione perché la qualità dei nostri prodotti è per noi fondamentale», riferiscono gli operatori de I Perinelli, una cooperativa nata da un progetto di Cascina Clarabella in collaborazione con l’Ausl di Piacenza, che ha l’obiettivo di offrire opportunità di lavoro di qualità a persone con disagio psichico. «Noi siamo una cooperativa sociale ma vogliamo vendere questo vino e gli altri nostri prodotti perché sono buoni e realizzati nel rispetto dell’ambiente e delle persone. Solo così il nostro lavoro assume per noi un significato compiuto».

Alla cooperativa sociale agricola attualmente lavorano, a tempo indeterminato, sette operatori, una decina di persone in carico all’Ausl o ai Servizi territoriali e diversi tirocinanti.

Oltre al Perbolla, pensato per celebrare momenti conviviali e anche come proposta per un regalo di Natale solidale, I Perinelli produce altri tre vini: i frizzanti da tavola Abota bianco e Abota rosso, il primo da vitigno ortrugo e il secondo barbera e bonarda, e poi l’Amistà, il vino fermo della tradizione, con barbera e bonarda. Presso l’azienda agricola si produce inoltre miele di tiglio, acacia e castiglio (castagno e tiglio) e si svolgono iniziative culturali e conviviali – laboratori didattici, degustazioni in musica, incontri – per promuovere la cultura dell’integrazione e combattere lo stigma sulla malattia mentale.

Per acquistare Perbolla e gli altri prodotti de I Perinelli si può chiamare la cooperativa al numero 345 6261518 o allo 0523 860159 e ritirare i prodotti presso la sede di Pontedellolio oppure richiedere la consegna al proprio domicilio. 

Chi è di Piacenza trova i vini dei Perinelli anche nella casetta di Campagna Amica (Coldiretti) presente in piazza Cavalli ai mercatini di Natale, e sul banco sul Mercato contadino di piazza Duomo a Piacenza il mercoledì e il venerdì.

Info su www.iperinelli.it.

Forma di allevamento: Cordone Speronato, Guyot

Composizione varietale: 75% Chardonnay + 25% Pinot nero, coltivazione biologica

Zona produzione: Media Val Nure

Vinificazione: pressatura soffice delle uve a cui segue decantazione naturale in vasche di acciaio e successiva prima fermentazione con lieviti selezionati; presa di spuma in bottiglia ad aprile; riposo sui lieviti a temperatura controllata per 36 mesi, sboccatura senza aggiunta di liqueur, colmatura eseguita con lo stesso vino.

Adatto per accompagnare aperitivi di salumi magri come prosciutto crudo e culatello; crostini con lardo pestato emiliano; antipasti di mare con vongole dell’Adriatico, canolicchi e canocchie; pesci in guazzetto, rombo al forno.

La Cooperativa sociale agricola “I Perinelli” Onlus, che si trova si trova sulle colline della media Val Nure a Pontedellolio, nasce nel 2012 grazie a un progetto di Cascina Clarabella, consorzio di cooperative sociali per l’assistenza socio-sanitaria, in collaborazione con l’Ausl di Piacenza, con l’obiettivo di offrire opportunità di lavoro di qualità a persone con disagio psichico.

L’ambito agricolo, per la tranquillità dell’ambiente, la circolarità stagionale del lavoro, l’impegno fisico e mentale insieme, è da sempre considerato particolarmente adatto, e addirittura terapeutico, per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità mentale.

L’obiettivo dei Perinelli è realizzare un’attività produttiva vera e capace di autosostenersi, per promuovere una vita dignitosa e una realizzazione autentica a tutte le persone che ne fanno parte.

«Ad oggi – spiega la coordinatrice della struttura Beatrice Rebecchi – abbiamo assunto a tempo indeterminato dieci persone con fragilità, che prestano il loro lavoro all’interno della cooperativa. Per noi il fine è l’assunzione di persone e il mezzo sono i prodotti che vengono realizzati dalle loro mani. Questo promuove integrazione e ridà dignità in quanto consideriamo il lavoro come strumento di integrazione sociale. Anche la sostenibilità ambientale è un obiettivo primario per la cooperativa: abbiamo undici ettari di vigneti e le arnie accanto alla vigna, una vicinanza resa possibile in quanto seguiamo il metodo biologico e quindi non eseguiamo trattamenti potenzialmente nocivi per le api. Produciamo vini naturali con fermentazione in bottiglia e da quest’anno abbiamo inserito nelle nostre proposte anche lo spumante. Oltre a vini e miele, ci sono poi le attività di servizio conto terzi, come ad esempio la meticolosa “spagatura” attorno al collo delle bottiglie di alcune tipologie di vini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato lo spumante Perbolla, per un brindisi solidale

IlPiacenza è in caricamento