Proverbi e detti: al lunari Piasintein

Proverbi dialettali dedicati ai mesi del calenderio raccolti qua e là per le campagne

N znàr sà stà ataccà al fuglàr - (in Gennaio si sta vicino al focolare)

Farvàr cùrt cùrt, ma lè pezz che un tùrch - (Febbraio è corto corto, ma è peggio di un turco): Questo proverbio risale probabilmente al periodo mediovale quando cioè i soldati dell’impero ottomano incutevano paura alle popolazioni, sta ad indicare la rigidità del clima durante il mese più corto dell’anno

Màrz matt, al na fa ad tùtt ill razz - (Marzo pazzo, ne combina di tutte le razze): Inteso come mese con perturbazioni metereologiche di ogni genere

April, tùtt i dè un baril - (Aprile, tutti i giorni un barile di pioggia). 
Aprile è di solito un mese molto piovoso

A Magg' la ruzà l'è bona pri prà - (La rugiada di maggio è buona per l’erbadei prati)

A Giùgn, vèra al pùgn - (a giugno, apri il pugno): In questo mese comincia l’Estate e ci si può vestire in modo leggero

In Lùi , l'àra alè in farmeint parchè alè ura da batt al furmeint - (In luglio tutti sull’aia sono in fermento perchè è giunta l’ora di battere il grano), per battere si intendeva la liberazione del chicco di frumento dalla pellicina (la bulla) che lo ricopre, una mansione che appunto si svolgeva sull’aia

Agust l'è un mez bon: a ghè pan, figh e mlon - (Agosto è un mese buono perchè ci sono pane, fichi e meloni)

In steimbar pianei pianei l'ùga bianca là và in dal tein 
(In settembre piano piano l’uva bianca va nel tino): Verso la fine di settembre, infatti comincia la vendemmia delle uve bianche

Uttubar in canteina da la sira a la mateina (Ottobre in cantina dalla sera alla mattina): In questo mese, finita la raccolta dell’uva, ci si dedica con attenzione alla cura dei mosti che fermentano nei tini, un lavoro al quale vengono dedicate molte ore della giornata e che si svolge prettamente in cantina


In Nuveimbar a ghè l'està ad San Martino
(In novembre c’è l’estate di San Martino): San Martein chà la dùra tri dè e un cicinein - (Che dura tre giorni e un pochino): Per San martino, 11 Novembre, di solito il tempo e’ ancora clemente, ed e’ tradizione per l’occasione fare i traslochi, infatti in dialetto si dice fa San Martein.

Al teimp cha fà par santa Bibbiana

(Il tempo che fara’ il giorno di Santa Bibbiana) 

Al dura par tùtt dseimbar pò una stmana 
(Durerà per tutto il mese di Dicembre più una settimana): Si pregava per questo la santa perché durante quella giornata , non facesse piovere o ancora peggio nevicare.
 

Fonte: PiacenzAntica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento