← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

«Una discarica a cielo aperto nei giardini di va Beverora»

Via Beverora, 51 · Piacenza

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione del nostro lettore Simone sui giardini di via Beverora, di fronte al liceo Giulia Molino Colombini. «Da anni, specie con l'apertura del negozio kebab nelle vicinanze, i giardini sono penosamente sporchi, luridi. Bottiglie, carte, cartacce, cartoni pizza, pacchetti sigarette oltre a ovviamente escrementi umani. Gli avventori del kebab e della gelateria possono acquistare alcolici e prodotti anche in tarda serata, ma che sia giorno o notte la regola è che vengono gettati nelle aiuole o alla meno peggio abbandonati sulle panchine, nonostante ci siano almeno tre bidoni per raccolta rifiuti a pochi metri. Tutto questo è colpa sicuramente dei trogloditi che frequentano la zona e i locali ma anche dei gestori che dovrebbero farsi carico di insegnare l'educazione ed il rispetto magari in lingua originale. Sempre i gestori, se non lo fanno i clienti, devono pulire la vergogna che lasciano in giro i loro avventori. Sempre più spesso bottiglioni di birra rotti per la strada o buttati nel prato. E' uno schifo, segnalato al Sindaco e amministrazione pare che a nessuno importi nulla. Davanti alla scuola poi c'è un onnipresente tappeto di sigarette gettate a terra e in aiuole, tanto che i veleni fanno morire il verde, eppure a scuola non dovrebbero nemmeno avere l'età legale per fumare e ci sono due bidoni a lato delle scale di ingresso, scandaloso».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Ma cosa c'entrano quelli del Kebab!

    • c'entrano perchè non forniscono agli avventori i bidoni necessari per raccogliere i rifiuti e nemmeno dove depositare gli innumerevoli mozziconi di sigaretta gettati in strada (cosa che fanno i bar decenti credo per legge). Senza considerare che un "take away" o negozio "di prossimità" è destinato all'asporto dei cibi, che andrebbero portati e consumati a casa propria e non in strada (marciapiedi, panchine e aiuole). Infine, aggiungo, l'indecenza che si continui a proliferare con la rivendita di alcolici a tutte le ore, conseguente girovagare di ubriachi che non avendo un bagno fanno i loro bisogni per strada dove frantumano o abbandonano le bottiglie. Se poi a Lei piace tanto questa "raffinatezza culinaria" la invito ad informarsi sul prodotto: origine, contenuto e modalità di preparazione / conservazione, tanto per sapere cosa mangia.

      • Ottima sintesi Simone assolutamente d'accordo con te

        • Avatar anonimo di enrico zaffignani
          enrico zaffignani

          grazie, mi sono messo di persona anche a raccogliere i rifiuti nei giardini e aiuole, pare non freghi niente a nessuno, nemmeno a chi è pagato coi soldi pubblici per farlo ed ai "commercianti" che, a fini di lucro, producono inquinamento, sporcizia e degrado.

Segnalazioni popolari

Torna su
IlPiacenza è in caricamento